MissiOnewsTech & Web

Gli 8 trend nei viaggi 2019 per Amadeus. Almeno 5 interessano il BT

Gli 8 trend nei viaggi 2019 per Amadeus. Cinque interessano in particolare il mondo del Business Travel. E sono l’estrema personalizzazione sempre più spinta dei viaggi che, certamente, interessa anche i viaggiatori d’affari,  grazie anche allo sviluppo dell’NDC (leggi qui) che permette l’offerta di contenuti arricchiti nel trasporto aereo, facilmente raggiungibili con un click, su più device, con in più un coinvolgimento social, soprattutto per quanto riguarda il customer care e la sicurezza del viaggio. Il quarto trend che interessa il mondo corporate è semplicemente un dato che tocca l’intera società, ovvero la sempre maggior presenza dei millenials tra i viaggiatori e, naturalmente, anche quelli d’affari. Che, secondo le previsioni del Boston Consulting Group, da soli rappresenteranno oltre il 50% delle spese di viaggio entro il 2020. Infine il continuo Boom del Bleisure (leggi qui cos’è)

Gli 8 trend nei viaggi 2019 per Amadeus, che punta ad evolvere il suo business da GDS a Live Travel Space

Gli 8 trend nei viaggi 2019 per Amadeus in una analisi che punta a rivoluzionare sempre di più il suo business da GDS a Live Travel Space. Qui di seguito gli otto trend individuati dal gds europeo:

1. La personalizzazione rimane la prima priorità.
Che siate una compagnia aerea, un hotel, un’agenzia di viaggi o un travel manager, sfruttare al meglio i dati dei clienti sarà un fattore chiave di successo nel 2019. D’ora in poi, sempre più viaggiatori desiderano vivere un’esperienza personalizzata. Le aziende devono anticipare le esigenze, tenere conto delle aree di miglioramento e integrarle proattivamente attraverso l’analisi dei dati. Anche se alcuni attori hanno già migliorato l’esperienza del cliente attraverso significativi investimenti in intelligenza artificiale e strumenti di analisi, è ora necessario farlo in ogni fase del viaggio.

2. Lo sviluppo sostenuto di contenuti arricchiti, incluso NDC.
Mentre l’industria si prepara ad adottare nuovi standard di merchandising e tecnologici come NDC, lo sviluppo di contenuti sempre più ricchi continuerà. Il 2019 sarà l’anno dell’industrializzazione dello standard NDC e molte soluzioni saranno implementate, con una personalizzazione sempre maggiori dei viaggi proposti. Anche d’affari. Contenuti che il gds arricchisce sempre di più grazie alla sua Amadeus Travel Platform.

3. Le esigenze dei viaggiatori richiedono potenti strumenti di aggregazione, ricerca e confronto.
I viaggiatori di oggi sono collegati, tecnofili e alla ricerca di esperienze eccezionali disponibili con un solo click. Richiedono lo stesso livello di scelta, personalizzazione e coerenza su tutti i canali e media per confrontare e scegliere l’opzione che meglio si adatta a loro. L’aggregazione di tutti questi contenuti sarà essenziale per garantire che i venditori di viaggi siano in grado di confrontare facilmente e trovare ciò di cui hanno bisogno per fornire il livello di personalizzazione desiderato dai viaggiatori.

4. Migliore collaborazione nel settore dei viaggi.
Nell’ultimo decennio, i progressi tecnologici hanno trasformato in modo significativo il modo in cui cerchiamo, prenotiamo e condividiamo le nostre esperienze di viaggio. Per rimanere al passo con i tempi e rispondere efficacemente alle aspettative dei viaggiatori, il settore deve rafforzare la collaborazione tra i vari attori, grazie a soluzioni open source o alla cessioni di API per accedere ai sistemi altrui.

5.  L’ascesa dei Millenials tra i viaggiatori d’affari.
Secondo il Boston Consulting Group, i Millenials da soli rappresenteranno oltre il 50% delle spese di viaggio entro il 2020., e quindi il settore deve adattarsi maggiormente ai nuovi comportamenti e alle nuove abitudini di consumo.

6. Le politiche di viaggio, compreso il “bleisure” e il benessere dei viaggiatori diventeranno una priorità sempre più importante per i travel manager.
Man mano che i modelli di business diventano sempre più globali, i viaggi d’affari continueranno a crescere. Secondo GBTA (sbarcata anche in Italia, leggi qui), le aziende dovrebbero spendere 1,7 trilioni di dollari entro il 2022 per inviare i propri dipendenti in giro per il mondo. Con la crescita dei viaggi d’affari, crescerà anche la tendenza al “bleisure”, con un maggior numero di dipendenti che approfittano dei viaggi d’affari e migliori politiche di viaggio. Secondo Amadeus e Lonergan’s 2018 Travel Policy Data, il 44% dei viaggiatori d’affari lascerebbe il lavoro a causa di una politica di viaggio inadeguata, mentre il 50% afferma che la travel policy di un’azienda avrebbe un impatto sulla decisione di accettare un lavoro.

7 L’industria dei viaggi utilizzerà sempre più tecnologie per gestire al meglio i viaggi
Gli 8 trend nei viaggi 2019 vedrà anche  l’industria del travel continuare a implementare una serie di nuove tecnologie per migliorare l’efficienza e ridurre al minimo le problematiche. Il miglioramento delle capacità tecnologiche consentirà ad aeroporti, compagnie aeree, hotel, hotel, venditori di viaggi e tutti gli altri attori di soddisfare le crescenti aspettative dei viaggiatori., grazie a investimenti in Big Data, automazione dei processi, internet of things, etc.

8. L’ascesa delle Smart Cities stimolerà i viaggi e il turismo
Una delle tendenze che meglio fa capire la complessità mondo dei consumatori del futuro è l’ascesa delle Smart Cities. Il futuro dei viaggi sarà guidato spostamenti multimodali, sempre più personalizzati e intelligenti. La crescita delle città intelligenti stimolerà i viaggi e il turismo.

Ricerca Globale Travelport
Precedente

Ricerca Globale Travelport, voglia di ricerca vocale e biometria

Air France Hop
Successivo

La forza del brand secondo Smith, ecco Air France Hop