MissiOnewsTrasporti

L’A380 (ri)decolla con la livrea speciale Honu di ANA

In occasione del Roll out ad Amburgo del primo dei tre A380 ordinati da ANA con la livrea speciale Flying Honu a tema hawaiano (leggi qui), Antonio Da Costa VP Product marketing di Airbus ha fatto il punto sulle vendite, e le performance, del colosso dei cieli: “è il 15% più efficiente rispetto ad ogni altro aeromobile, con il miglior costo per sedile (che, però, si deve riempire.., ndr) e il 50% meno rumoroso rispetto alla precedente generazione di aerei. Dopotutto il 90% di chi vola lungo raggio è attento al comfort, e l’A380 è certamente ai vertici per il comfort di bordo, con il 61% dei business traveller che prestano attenzione al tipo di aereo che prenderanno (secondo una ricerca di Atmosphere research Group’s, ndr) ”. E se è uno dei 232 A380 consegnati che decollano e atterrano ogni 2 minuti nel mondo, portando oltre 140 mila passeggeri su 325 voli giornalieri, certamente sono contenti, come potete leggere qui con la nostra prova di questo modello di British Airways. Colosso dei cieli su cui il consorzio europeo continua a puntare, anche con un facelift del progetto (vedilo qui), perché “il traffico aereo mondiale continua a raddoppiare ogni 15 anni” spiega Da Costa, e quindi l’A380 è “perfetto per aumentare il traffico su scali congestionati dove c’è molta densità di rotte” portando ad esempio due tra gli scali più trafficati al mondo, ovvero London Heatrhow e Dubai, dove “vi sono solo due piste e perciò sono diventati i principali hub di questo aeromobile. A Londra ad esempio sono 30 i voli giornalieri con l’A380, per oltre il 10% del traffico giornaliero dello scalo”. A una precisa domanda dei media, però, il manager del Consorzio europeo non ha annunciato nuovi clienti oltre ad ANA, pronta a dare a ciascuno dei tre A380 ordinati una livrea speciale a tema, e agli altri 13 operatori che hanno in flotta questo colosso dei cieli che, ricordiamo sono: Air France, Asiana, BA appunto, China Southern, Emirates, il più grande cliente di questo modello (leggi qui), Etihad, Korean Air, Hi Fly, Lufthansa, Malaysia Airlines, Qantas, Qatar Airways, Singapore Airlines e Thai Airways. “Nuovi clienti che arriveranno nei prossimi 10 anni, per un aeromobile che solcherà i cieli per altri 30 anni di operazione” sottolinea Da Costa (vedi qui il sito dedicato).

L’A380 (ri)decolla con la livrea speciale Honu di ANA, che volerà dal prossimo maggio da Tokyo a Honolulu

L’A380 di Ana con la livrea Flying Honu a tema hawaiano volerà ovviamente da Tokyo sull’arcipelago statunitense, a Honolulu, destinazione molto gettonata dai vacanzieri giapponesi, ma che, con questa mossa, si pone anche come un’estensione per una vacanza in Giappone, come ha sottolineato anche la marketing manager & Pr Emea del vettore Nanako Murakami, che ha sottolineato come l’entrata in flotta di questo aereo porterà nuovi servizi, “con un concept speciale anche con lounge dedicate, e un servizio di bordo realizzato in collaborazione per la First class con il Four Seasons, e con il ristorante australiano Bills per l’Economy”. Muramaki  che noi di Mission abbiamo intervistato per il network europeo, e di cui potrete leggere questa intervista su questo sito prossimamente. 

 

Riskline
Precedente

Riskline lancia City Safety Maps

Ganassin Korean Air
Successivo

Korean sceglie Ganassin. E rilancia sul Bt con il Kalbiz Program