MissiOnewsTrasporti

Air Italy, stop al Milano-Bangkok

Dopo il ridimensionamento di fine anno Air Italy annuncia lo stop al Milano-Bangkok a partire dal prossimo primo aprile (e non è un pesce d’aprile…). Già sul sito del vettore, come si può vedere dalla foto, i voli sono prenotabili solo fino al 31 marzo e  in una nota si legge: “La compagnia aerea, come noto, nel corso del 2018 ha avviato un profondo cambiamento partito con la presentazione del nuovo brand, Air Italy, e della nuova strategia di business, incentrata su un network di collegamenti con hub principale sull’aeroporto di Milano Malpensa. Da maggio a dicembre 2018 sono stati inaugurati progressivamente 6 collegamenti nazionali e 5 intercontinentali da e per Milano e sono entrati in flotta 8 nuovi aerei, 3 B737 Max e 5 A330-200. Air Italy prosegue il proprio sviluppo anche nel 2019, con il lancio, a partire dal prossimo aprile, di 4 nuove linee intercontinentali da Milano per Los Angeles, San Francisco, Toronto e Chicago (leggi qui), perseguendo con coerenza gli obiettivi del proprio business plan. Inoltre dal 31 marzo verrà lanciata la nuova linea nazionale fra Milano e Cagliari. Per quanto riguarda quindi l’esito della gara di Continuità Territoriale, i piani della compagnia proseguono e questo nuovo capitolo della storia della nostra storia, piuttosto che indebolire la società, ci consentirà di focalizzarci ancora meglio sul progetto di sviluppo avviato, senza avere ulteriori impatti significativi in altri ambiti”.

Air Italy, stop al Milano-Bangkok: tutto sugli States

Con lo stop al Milano-Bangkok il fabbisogno di aeromobili lungo raggio per l’estate, gli A330-200 configurato con 252 posti (24 posti in Business Class e 228 posti in Economy Class), in attesa dei B787 Dreamliner, potrebbe attestarsi ad 8 aerei. Con un’offensiva sugli States con ben cinque destinazioni la prossima estate con in più anche un collegamento su Toronto, Canada.

Roma-Ankara
Precedente

Turkish Airlines inaugura il volo diretto Roma-Ankara

Sciopero dei controllori di volo
Successivo

Sciopero dei controllori di volo il prossimo venerdì 11 gennaio