MissiOnewsPolitica&EconomiaTMC

Amex Gbt conquista HRG. E Fraedom va a Visa

Amex Gbt conquista HRG. Come si legge nel comunicato pubblicato dalla Tmc britannica (leggi qui): “I Consigli di Amministrazione di Global Business Travel Holdings Limited (“GBT Holdings”) e di Hogg Robinson Group plc (“Hogg Robinson” o la “Società”) annunciano di aver raggiunto un accordo sui termini di un’acquisizione in contanti  di tutto il capitale azionario di Hogg Robinson da parte di GBT Holdings, una controllata al 100 % di GBT III B.V. (“GBT”)”. Un’operazione da circa 400 milioni di sterline che si dovrebbe chiudere nel secondo trimestre dell’anno.  Inoltre HRG ha anche annunciato separatamente di aver stipulato un contratto di compravendita per la vendita della sua attività tecnologica Fraedom a Visa per un valore di 141 milioni di sterline (leggi dell’ultima acquisizione di Amex Gbt cliccando qui).

Amex Gbt conquista HRG. I vantaggi di questo consolidamento

La nuova realtà derivante dal fatto che Amex Gbt conquista HRG creerà un’ organizzazione di livello mondiale, utilizzando i migliori talenti disponibili di entrambe le società. Ciò permetterà alla nuova realtà di accelerare la crescita con una ancor maggiore capillarità geografica e ulteriori servizi, grazie ai prodotti e alle tecnologie complementari. Sia GBT che Hogg Robinson investono infatti massicciamente nello sviluppo di soluzioni tecnologiche per soddisfare le esigenze complesse e uniche dei clienti. Il Gruppo Combinato si concentrerà sull’ottimizzazione degli sforzi per innovare e rimanere all’avanguardia nel servire clienti e viaggiatori attraverso la tecnologia. Naturalmente vi saranno sinergie sui servizi e risparmi, anche se è prematuro parlare di forza lavoro che, inevitabilmente, sarà intaccata.

Amex Gbt conquista HRG, una operazione che porta GBT a raggiungere ancor una maggiore presenza globale, servendo al meglio le esigenze dei clienti della nuova realtà. Tuttavia, grazie alla combinazione delle due attività si prevedono notevoli risparmi sui costi e benefici in termini di scala in una serie di settori. Data l’ analoga focalizzazione sui clienti delle due aziende, GBT ritiene che il potenziale di sinergia sia sostanziale.

Nel comunicato si legge come GBT preveda che la nuova realtà: “offrirà un’ esperienza superiore ai clienti e ai viaggiatori attraverso una soluzione di gestione dei viaggi completamente integrata, che include l’assistenza ai viaggiatori, i servizi di consulenza integrati, la ricerca proprietaria e la capacità di riunioni ed eventi end-to-end; espandere la propria presenza su scala mondiale per attrarre clienti alla ricerca di un portafoglio di servizi coerente e affidabile in tutto il mondo; una gestione con tecnologie all’avanguardia per facilitare i viaggi e fornire soluzioni per esigenze di viaggio sempre più complesse; concentrarsi sulla solidità del bilancio, sulla flessibilità e su una forte creazione di cash flow per fornire valore a tutti gli azionisti”

“L’ impronta geografica complementare di ogni azienda migliorerà la dimensione globale e la portata del nostro business, consentendoci di raggiungere efficienze attraverso una piattaforma best-in-class e accelerare la crescita.Le tabelle di marcia tecnologiche di ogni azienda forniscono una potente piattaforma da cui trarre impulso per l’innovazione futura. Forniremo un’ esperienza superiore ai clienti e ai viaggiatori attraverso soluzioni di gestione dei viaggi completamente integrate, inclusi i prodotti per la gestione delle prenotazioni e delle spese” ha commentato Doug Anderson, Chief Executive Officer di American Express GBT.

“Questa transazione rappresenta un buon affare per gli azionisti e le parti interessate. Sono particolarmente eccitato e incoraggiato dalla rassicurazione di American Express GBT sul fatto che utilizzerà i migliori talenti e tecnologie all’interno di entrambe le organizzazioni per creare un’ organizzazione veramente all’avanguardia e di livello mondiale, che porterà benefici ai nostri clienti, colleghi e partner fornitori” ha aggiunto David Radcliffe, amministratore delegato di HRG.

 

sciopero del 10 febbraio
Precedente

Trasporto aereo, sciopero del 10 febbraio a segno low cost

French Bee
Successivo

French Bee vola low cost anche a San Francisco e Papeete