MissiOnewsTrasporti

Easyjet, focus sull’Italia e Malpensa. Con Worldwide by easyJet

In una affollatissima conferenza stampa milanese, Frances Ouseley Direttore di easyJet per l’Italia, ha annunciato un forte focus sull’Italia e su Malpensa in particolare da parte del vettore, con, copiosi, investimenti e il lancio di Worldwide by easyJet, la prima piattaforma di vendita per voli in connessione proposta nello scorso settembre a Londra Gatwick con un ottimo successo, che sbarcherà dal prossimo marzo anche su Milano Malpensa, la più grande base continentale del vettore che presto, ovvero nel giro di tre anni, come ha sottolineato Giulio De Metrio, Chief Operating Officer di Sea, incasserà anche un completo rinnovamento del Terminal 2, ormai  appannaggio completamente della low cost arancione. Worldwide by easyJet che su Milano Malpensa collaborerà al momento con i voli lungo raggio di Neos, che vola su ben 17 destinazioni anche con il nuovo B787 appena entrato in flotta (leggi qui), aeromobile utilizzato anche da Norwegian, che ha appena annunciato lo sbarco sull’aeroporto lombardo con un volo su Los Angeles da prossimo giugno (leggi qui). “Siamo lieti di espandere Worldwide by EasyJet per offrire voli in connessione ai passeggeri italiani via Milano Malpensa con i partner Neos e Norwegian. Abbiamo visto una forte crescita della domanda di viaggi su Worldwide by easyJet da quando abbiamo lanciato la piattaforma a Gatwick, dove l’Italia rappresenta il secondo Paese per numero di prenotazioni (generando il 21% dei passeggeri in connessione, tra cui anche diversi Business traveller, ndr) e non vediamo l’ora di annunciare nuovi partner del programma rendendo possibile ai passeggeri che iniziano il loro viaggio da altri aeroporti italiani di viaggiare verso nuove destinazioni di lungo raggio” ha detto Ouseley.

Worldwide by easyJet Focsu sull'Italia

Focus sull’Italia e su Malpensa per easyJet, con tre nuovi aeromobili e un’offerta che cresce dell’8% nel 2018 sul 2017

Continua il focus sull’Italia e su Malpensa per il vettore anglo-austro-svizzero, visto che è in possesso di ben tre Coa, con un aumento di offerta per il 2018 dell’8%, con 43 nuovi collegamenti sui 222 che si opereranno nella prossime stagione estiva: “posizioneremo tre nuovi aeromobili in Italia e apriremo due nuovi scali, ovvero Genova, con tre voli, Londra Luton, Manchester e Bristol, e Ancona, con uno, su Londra Gatwick” ha spiegato Ouseley, che ha proseguito: “avremo oltre 20 milioni di posti sul mercato italiano dove contiamo quindi di trasportare 18,4, 18,5 milioni di passeggeri. Con nuove rotte e nuove destinazioni ma anche con l’arrivo sempre più pressante di A320 da 186 posti invece degli A319 da 156 posti, in attesa degli A321 che posizioneremo innanzitutto proprio su Malpensa”. Dove easyJet crescerà del 5% con 8,4 milioni di posti a disposizione su 63 collegamenti, tra cui le novità Vienna, Faro, Pula, Stoccolma, Granada, Santiago de Compostela, Fuerteventura, Lublino, e Berlino Tegel, “proprio da e per Berlino accresceremo i voli sull’Italia grazie all’operazione che ci ha visto integrare 21 aeromobili ex-Air Berlin con i loro equipaggi basati nella capitale tedesca nel nostro network. Un’opportunità che abbiamo potuto cogliere grazie alla nostra forza finanziaria. E che potrebbe far cogliere altre opportunità di mercato….” ha sottolineato la numero uno del vettore in Italia, che partirà con nuovi collegamenti su Milano Malpensa, Catania e Roma. Che potrebbe essere Niki, “abbandonata” per ragioni di antitrust da Lufthansa (leggi qui) e basata a Vienna, dove easyjet ha appunto il suo headquarter “europeo”, e la stessa Alitalia, per cui Ouseley ripete semplicemente come “la nostra offerta sia la migliore. Per il resto non ho altro da commentare”.

Focus sull'Italia

Focus sull’Italia per easyJet che cresce anche sulle altre due basi tricolori di Venezia e Napoli

A Venezia, aperta da easyJet come prima base per i viaggi di affari del Nord Est, l’offerta crescerà di ben il 18% per oltre 3,4 milioni di posti e 13 nuovi collegamenti, ovvero Siviglia, Rodi, Bari, Brindisi, Salonicco, Cagliari, Dubrovnik, Tolosa, Lille, Marsiglia, Zurigo, Liverpool e Tel Aviv,  che portano a 40 le città raggiungibili dai passeggeri del Triveneto. Sullo scalo di Napoli Capodichino l’offerta crescerà del 13% con oltre 3,2 milioni di posti a disposizione e 9 nuove rotte: Lille, Zurigo, Tel Aviv, Tenerife, Belfast, Alghero, Granada, Palermo e Torino. “Inoltre allungheremo la stagione ad Alghero, con un volo su Londra tutto l’anno (oltre a un volo su Napoli, ndr), come abbiamo già fatto con Olbia” ha detto Ouseley, che crescerà anche su Catania, con collegamenti da e per Berlino Tegel, come detto, Bordeaux e Nizza, e su Palermo, con voli da e per  Liverpool, Londra Luton e Napoli e la novità Basilea da Lamezia Terme.

Focus sull'Italia

Travel For business
Precedente

Europ Assistance lancia Travel for Business

Ricorso Airbnb
Successivo

Ricorso Airbnb, il Consiglio di Stato dà ragione al portale