MissiOnewsPersonePolitica&EconomiaTrasporti

Il 2018 di Etihad, da Roma il nuovo Dreamliner da giugno

Il 2018 di Etihad si chiude con passeggeri in diminuzione e un miglioramento della performance operativa, pari al 15%. La compagnia di Abu Dhabi persegue quindi il piano di riorganizzazione, avendo recuperato le perdite di esercizio. Queste ultime sono passate da 1,52 miliardi di dollari a 1,28 mld. I ricavi complessivi sono diminuiti dai 6 miliardi a 5,86, per effetto dell’aumento del prezzo del carburante che ha messo in difficoltà i conti di diverse compagnie aeree nell’anno appena trascorso.

Il numero passeggeri si è attestato a 17,8 milioni nel 2018 (contro i 18,6 milioni dell’anno precedente), con il seat factor al 76,4% (78,5% nel 2017) e un -4% in termini di capacità passeggeri .

“I rendimenti sono aumentati del 4%, principalmente trainati dalla ‘capacity discipline’, dall’ottimizzazione del network e della flotta e dalla crescita della quota di mercato nelle destinazioni premium e point-to-point – spiega una nota -. I ricavi derivanti da passeggeri sono rimasti invariati a 5 miliardi”.

Il piano di trasformazione è stato avviato nel 2017 e, secondo Tony Douglas, group chief executive officer “nel 2018 abbiamo continuato a snellire la base di costi, migliorando il flusso di cassa e rafforzando così il bilancio”.

A fine anno, la flotta ha contato 106 aerei, con un’età media di 5,7 anni. Nei prossimi anni Etihad prenderà in consegna cinque Airbus A350-1000, 26 Airbus A321neo e sei Boeing 777-9.

Etihad, da Roma il B787-10 Dreamliner

A partire dal primo giugno 2019, il vettore cambia aeromobile a Roma e introduce il Boeing 787-10 Dreamliner a due classi, sulla tratta serale. Il servizio del mattino è operato con un 777-300ER. I voli operati dal Boeing 787-10 decolleranno da Roma Fiumicino alle 22 per atterrare nella capitale emiratina alle 6:05 del giorno seguente. Il 787-10 è la versione più grande dell’iper-tecnologico Boeing 787 e dispone di 336 posti a sedere, 32 Business studio e 304 Economy smart seat.

Particolarità della business class è la poltrona reclinabile che si trasforma in un comodo letto lungo più di 2 metri, con il 20% di spazio personale aggiuntivo. E’ realizzata da Poltrona Frau, con una funzione massaggio e regolazione del comfort di seduta.

Etihad sponsor degli Special Olympics

La compagnia aerea è sponsor di un evento che mette al centro Abu Dhabi come destinazione di congressi con una forte connotazione di responsabilità sociale. Da partner ufficiale degli degli Special Olympics World Games 2019, Etihad airways ha supportato il team italiano per le Olimpiadi dedicate agli sportivi con lievi disabilità intellettive. Fino al 21 marzo si sfidano 7.500 atleti provenienti da 190 paesi, dei quali 160 dall’Italia, con età dai 6 anni ai 60. Qui l’attività di Special Olympics Italia, l’associazione che sta cercando di organizzare nel Belpaese una edizione delle gare.

E’ la prima volta che la regione del Medio Oriente e del Nord Africa ospita questa competizione. Secondo le stime, gli Special Olympics World Games, in quanto il più grande appuntamento internazionale che si sia mai tenuto nella capitale degli Emirati Arabi Uniti, dovrebbero accogliere fino a 500mila spettatori.

Etihad

A Milano la raccolta fondi per Special Olympics Italia

A Milano è stata organizzata una serata di raccolta fondi per sostenere le famiglie degli atleti italiani, in partnership con l’ente del turismo, la cui strategia Mice è focalizzata in questi anni a far conoscere le potenzialità della destinazione dal punto di vista congressuale. All’ultima edizione degli IMA, Italian Mission Awards, Abu Dhabi si è aggiudicata il premio come migliore destinazione “business”.

“L’unità e l’inclusione sono fondamentali per Abu Dhabi e siamo orgogliosi di poter affermare che costituiscono anche parte dei valori e della cultura di DCT Abu Dhabi – commenta Dora Paradies, country manager Italy del dipartimento Cultura e Turismo-. La scelta di ospitare gli Special Olympics World Games sottolinea l’impegno della capitale nel promuovere questi principi e nel voler continuamente migliorare la qualità della vita delle persone con particolari esigenze”.

Per le Olimpiadi è stato dipinto un aereo con una livrea speciale, raffigurante atleti emiratini partecipanti all’evento, che potete vedere qui.

Lufthansa
Precedente

Prenotazioni dirette al 52% per il gruppo Lufthansa, la Gds fee funziona

Changi Airport
Successivo

Non chiamatelo aeroporto, a Singapore arriva la foresta con un mall dentro