MissiOnewsTech & WebTrasporti

Europcar entra nello scooter sharing elettrico con Scooty

Il Gruppo Europcar entra nello scooter sharing elettrico free floating con Scooty, brand di Poleis Consulting (vedilo qui), start up acquisita attraverso la sua controllata Ubeeqo, con la quale già gestisce un servizio di car sharing in otto città europee, tra cui Milano (le altre sono Amburgo, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Londra, Madrid e Parigi). L’acquisizione di Scooty avviene dopo che uno studio condotto da Europcar Lab sottolinea come il 72% degli intervistati tra coloro che utilizzano regolarmente il car sharing ha dichiarato che usufruirebbe anche di un servizio di scooter sharing free floating, se questo fosse disponibile.

Europcar entra nello scooter sharing elettrico con Scooty, start up belga fondata nel 2016

Scooty è una start up belga fondata nel 2016 da Jan-Albrecht Jost, Bram Vandeperre e Michiel Van Roey e, ad oggi, offre un servizio di scooter sharing free floating con 176 scooter nelle città di Bruxelles e Anversa. L’utente ha la possibilità, in una determinata zona della città, di localizzare, prenotare e utilizzare lo scooter utilizzando un’app, parcheggiando gli scooter nei normali parcheggi cittadini dedicati alle due ruote.

Dopo una fase pilota iniziata nell’aprile 2017 che l’ha vista impegnata insieme a Europcar Lab, Ubeeqo ha deciso di acquisire Scooty, con l’obiettivo di ampliare la propria offerta con una nuova soluzione di mobilità urbana elettrica e di sviluppare sinergie con il car sharing, suo core business (leggi qui la sua strategia sul mondo dello sharing transport cliccando qui).

“Siamo davvero felici di dare il benvenuto a Scooty nel nostro Gruppo, grazie al quale siamo in grado di offrire un servizio scooter sharing elettrici ai nostri clienti in Belgio e siamo sicuri che i clienti di Ubeeqo apprezzeranno questo nuovo modo di muoversi in città. Questa nuova acquisizione persegue il nostro obiettivo di diventare un fornitore globale di mobilità per i nostri clienti e di essere in grado di offrire loro un’alternativa alla proprietà di un’auto. Oggi le città incoraggiano la condivisione dell’economia per ridurre la congestione e l’inquinamento, il car sharing e lo scooter sharing elettrico sono due buone soluzioni” ha commentato Sheila Struyck, Managing Director della New Mobility Business Unit della società di autonoleggio.

le rotte più battute al mondo sono in Asia
Precedente

OAG, le rotte più battute al mondo sono in Asia

Cisalpina Tours si affida a International SOS
Successivo

Cisalpina Tours si affida a International SOS