MissiOnewsPolitica & EconomiaTrasporti

Europcar si trasforma e diventa Europcar Mobility Group

Non solo rent-a-car, settore dove l’Europcar Group è stato uno dei principali player nei passati 70 anni, perché ora la società di autonoleggio ha integrato i fondamenti della usage e sharing economy all’interno del suo core business già da tempo, cambiando così il nome in Europcar Mobility Group. Dal 2014 Europcar ha intrapreso la via del cambiamento accelerando la propria crescita a livello internazionale (ad esempio in Cina), rivolgendosi a nuovi target nel mercato del car rental (come il low cost) ma anche diversificando le proprie attività spingendosi oltre il business tradizionale dell’autonoleggio.

Europcar si trasforma e diventa Europcar Mobility Group offrendo trutta una serie di servizi, dal noleggio auto e furgoni, allo chauffeur service, dal car sharing al peer-to-peer car sharing

Europcar si trasforma e diventa Europcar Mobility Group,un provider globale di soluzioni di mobilità, offrendo un’ampia gamma di servizi: noleggio auto e furgoni, chauffeur service, car sharing e peer-to-peer car sharing.“Stiamo assistendo ad una rapida evoluzione dei bisogni dei nostri clienti e siamo consapevoli del fatto che il possesso dell’auto non sia più funzionale per tutti. Inoltre, grazie all’innovazione digitale e alla tecnologia, sono ormai disponibili molte soluzioni smart ed efficienti per spostarsi da un punto A ad uno B –  e questo è ciò che realmente interessa alle persone. In questo contesto, cresce l’esigenza di un player globale di mobilità capace di rendere più agevole la vita delle persone. Siamo convinti di poter ricoprire un ruolo di primo piano in questo mutato ecosistema. Ambiamo ad essere ‘Preferred Mobility Service Company’, offrendo soluzioni che siano una valida alternativa all’auto di proprietà. Considerando i bisogni del mercato e i nostri punti di forza –  un network capillare in tutto il mondo e una comprovata expertise nella gestione delle flotte – siamo certi che perseguire la nostra mission ci consentirà di creare valore e crescita sostenibili” ha dichiarato Caroline Parot, Ceo di Europcar Mobility Group.

Un cambio pelle che deriva anche dalle acquisizioni da Ubeeqo, start up europea specializzata in car sharing (leggi qui),  a Brunel, provider di servizi di noleggio auto con conducente, a Scooty, start up di scooter – sharing (leggi qui). Il Gruppo ha anche realizzato investimenti di minoranza in Snappcar,  secondo car sharing peer-to-peer a livello internazionale in Europa, e Wanderio, una piattaforma multimodale di ricerca e confronto soluzioni di trasporto. Inoltre il gruppo ha acquisito Goldcar, il leader nel car rental low cost in Europa, e  Buchbinder, uno dei principali player nel noleggio furgoni in Germania.

“Il nuovo nome e la visual identity del Gruppo unirà tutti i nostri brand, con un logo distintivo concepito con le 3 iniziali di Europcar Mobility Group. Le forme arrotondate, le linee che s’intersecano e i colori freschi evocano l’accessibilità e l’integrazione delle nostre soluzioni di mobilità” ha detto Xavier Corouge, Group Marketing, Digital & Customers Director.

“Ogni volta che parliamo a nome del Gruppo e ogni volta che agiamo come Gruppo sarà utilizzato il nuovo nome. Le opportunità saranno numerose, comprese tutte le decisioni strategiche e gli impegni che ci assumiamo come Gruppo presente in 133 paesi, così come tutte le comunicazioni che faremo ai nostri azionisti, investitori, partners, fornitori e collaboratori”  ha chiosato Valérie Sauteret, Group Communications Director.

Europcar si trasforma e diventa Europcar Mobility Group; il video che lo racconta

Alexa for hospitality
Precedente

Accordo con il gigante Marriott per Alexa for hospitality

ACI Europe premia Roma Fiumicino
Successivo

ACI Europe premia Roma Fiumicino