AccomodationMissiOnews

Hampton by Hilton sbarca in Italia e apre un hotel a Roma

Come da noi già anticipato il marchio Hampton by Hilton sbarca per la prima volta in Italia e apre un hotel a Roma (leggi qui). Questa struttura situata nella zona orientale della città a breve distanza dall’uscita numero 17 del Raccordo Anulare, si aggiunge alle altre 64 già operative in Europa (vedile qui).

Hampton by Hilton, albergo di taglio business, apre a Roma

L’Hampton by Hilton Rome East fa parte del brand che la catena nata nel 1984 in Tennessee col nome di Hampton Inn ha destinato agli hotel di categoria leggermente inferiore, con prezzi più accessibili e con un servizio snello.

“Con il taglio del nastro – ha detto Sebastian Siciliano, general manager italoargentino – apriamo questa struttura soprattutto al business travel e alle aziende. La posizione vicino al Raccordo Anulare di Roma e alla via Prenestina, infatti, fa si che l’albergo sia facilmente raggiunbile soprattutto in auto anche da chi proviene da altre regioni”. Fuori dall’hotel, infatti, c’è un grande parcheggio gratuito, in grado di ospitare le auto degli ospiti delle 148 camere.

“Siamo inoltre lieti di essere la prima proprietà Hilton in Italia – ha aggiunto – a offrire il servizio Digital Key, la chiave dotata di tecnologia mobile che consente ai membri Hilton Honors di aprire la porta della propria camera, nonché qualsiasi altra area dell’hotel che richieda una chiave, semplicemente toccando un pulsante dell’applicazione Hilton Honors”.

La “chiave digitale” permette anche di effettuare il check in e il check out in autonomia, risparmiando tempo in arrivo e in partenza. “L’Hampton by Hilton è stato studiato tenendo presente le esigenze della clientela Millennials – ha detto il sales manager Maria Matera – che cerca un ambiente informale e un prezzo accessibile, pur senza voler rinunciare alla professionalità e allo stile Hilton”.

Londra Heathrow il più connesso
Precedente

Londra Heathrow il più connesso al mondo secondo Oag

il low cost intercontinentale
Successivo

Il Direttore di Mission racconta il low cost intercontinentale