MissiOnews

La app mytaxi sbarca anche in Grecia con Taxibeat

mytaxi, azienda di prenotazione di taxi tramite app, ha reso noto di aver acquisito il 100% di Taxibeat LTD, operatore dell’omonima applicazione per la chiamata taxi in Grecia. Con questa transazione, mytaxi consolida ulteriormente la sua presenza nel mercato della mobilità internazionale e rafforza la sua posizione di app leader in Europa nel campo della chiamata taxi. Le parti hanno convenuto di non divulgare i dettagli dell’acquisizione.

Taxibeat attiva in Grecia e Perù

Fondata nel 2011 da Nick Drandakis, Taxibeat opera in Grecia e Perù. Nel paese ellenico è disponibile ad Atene e Salonicco, città in cui conta un totale di circa 8.000 tassisti affiliati al servizio e circa 540.000 clienti. Nei prossimi mesi, Taxibeat Grecia sarà integrata totalmente nella piattaforma tedesca e verrà rinominata come mytaxi.

L’acquisizione di Taxibeat rientra nella strategia di mytaxi di espansione internazionale tra le app per la prenotazione di taxi iniziata fin dal suo lancio, nel 2009. Da allora i download sono oltre 10 milioni, mentre i taxisti affiliati nelle oltre 50 città di 9 paesi hanno superato quota 100.000. La Grecia diventa così il 10° paese a usufruire del servizio, che mette in contatto diretto il cliente con il guidatore dell’auto pubblica.

“Siamo molto soddisfatti di dare il benvenuto a Taxibeat come nuovo membro della famiglia mytaxi”, ha detto  Andrew Pinnington, chief executive officer di mytaxi. “Siamo rimasti molto colpiti dal successo di Taxibeat in Grecia e, per questo, crediamo che l’app possa integrarsi alla perfezione con la nostra azienda e con la nostra strategia volta a sviluppare la crescita della mobilità urbana in Europa. Stiamo, quindi, raggiungendo i nostri ambiziosi obiettivi in diversi modi: attraverso la crescita organica del servizio, instaurando importanti collaborazioni e portando a termine ulteriori attività di fusione e acquisizione”.

A proposito di acquisizioni, a luglio 2016 mytaxi aveva annunciato la fusione con Hailo, l’app per taxi presente nel  Regno Unito e in Irlanda (leggi l’articolo in proposito). Fondata ad Amburgo, mytaxi è presente anche in Germania, Austria, Polonia, Spagna, Italia, Portogallo e Svezia. Da settembre 2014, è controllata al 100% da Daimler Mobility Services GmbH (parte del Gruppo Daimler).

Sciopero dei taxi
Precedente

Sciopero dei taxi in tutta Italia contro emendamento al Milleproroghe

British Airways triplica su Linate
Successivo

British Airways triplica su Linate con Stansted e London City