AccomodationMissiOnews

Le catene alberghiere? Per il business travel sono più sicure

Una ricerca della Gtmc – l’associazione che nel Regno Unito rappresenta le principali travel management company – ha evidenziato che i business traveller preferiscono soggiornare negli hotel di grandi catene. Motivo? Un maggior senso di sicurezza rispetto alle piccole strutture o agli appartamenti.

Il sondaggio – preparato dalla società di consulenza alberghiera HRS e condotto da AudenceNet – ha mostrato che il 75% dei rispondenti hanno dichiarato di preferire la sicurezza di un grande albergo contro il 2% che opta per una camera d’appartamento affittata via internet.

Ma non è solo la sicurezza l’elemento determinante nella scelta di un hotel di catena alberghiera, visto che gli utenti sembrano preferirli anche per il fatto di sapere cosa aspettarsi in termini di servizi e infrastrutture per i clienti. Cosa che invece non si può mai sapere in caso si scelga un bed & breakfast o un appartamento.

I dati mostrano anche che i fattori chiave per scegliere dove alloggiare sono:
– tipo di hotel: 71%
– prezzo: 55%
– facilità di prenotaizone: 53%
– temi legati alla sicurezza: 49%
– servizi e infrastrutture fornite: 47%

Ecco gli altri dati: il 24% di coloro che fanno fino a 3 viaggi di lavoro all’anno hanno scelto hotel di categoria media, contro il 21% che ha scelto alberghi di lusso e il 24% che si è accontentato delle categorie inferiori. Il punto, però, è che il 73% dei businessman britannici hanno una politica aziendale molto rigida per quanto riguarda il dove alloggiare. Il 45% possono prenotare in autonomia la struttura dove dormire, mentre solo il 27% lo possono fare senza passare attraverso una tmc.

Per quanto riguarda i servizi richiesti, la presenza del wi fi è importante per il 96% dei business traveller, seguita da un’adeguata presenza di prese di corrente (95%), da aree per la colazione (94%) e da spazi adeguati per lavorare (89%).

“Per i business traveller di oggi – commenta Paul Wait, AD di Gtmc – il tema sicurezza e connettività sono fondamentali. Mentre gli appartamenti possono essere competitivi in termini di prezzo ed essere in posizione strategica per il proprio lavoro, c’è una crescente attenzione verso il tema sicurezza (o “protezione“) che non va sottovalutato e che trova riscontro negli alberghi di grandi catene alberghiere”.

Precedente

Accordo tra Europcar e Taxeo per il recupero dell'Iva

Successivo

Addio Gran Bretagna. Vince la Brexit