MissiOnewsTech & WebTrasporti

L’Ndc di Iata incalza. Le mosse di Amadeus, Travelport e Sabre

Il prossimo arrivo sul mercato della distribuzione di Ndc di Iata e la conseguente decisione di Lufthansa di staccarsi dai gds (cos’altro può comportare un extra costo di 16 euro a prenotazione?) spingono sempre di più i big del settore a cercare strade diverse di business. Possibilmente che gli diano gli stessi margini. Quindi la parola magica per loro è diversificare. Con il punto fermo dello sviluppo tecnologico. Vi dice qualcosa il claim “Your technology partner”?.

E proprio Amadeus ha deciso di rilevare per 830 milioni di dollari Navitaire, società del gruppo Accenture che fornisce soluzioni tecnologiche e di business per le compagnie aeree. Navitaire focalizza le sue attività sulla distribuzione di contenuti low cost e ibridi del trasporto aereo, con un portafoglio clienti globale di oltre 50 operatori, offrendo soluzioni volte a generare revenue addizionali e a ottimizzare i costi nell’ambito delle prenotazioni, dei servizi ancillari, della fidelizzazione, del revenue management e nella business intelligence. “Acquisire l’esperienza di Navitaire, il forte know-how, l’importante base di clienti e la sua ampia gamma di prodotti è un passo significativo per Amadeus nell’ambito della distribuzione di contenuti ibridi e low cost”, ha dichiarato Luis Maroto, presidente e ad di Amadeus.

Nel contempo Travelport Hotelzon, fornitore di tecnologie per la distribuzione alberghiera nel settore BtoB sbarca in Italia e si affida a Virna Moschini (una ex proprio di Amadeus) per il suo sviluppo nel Belpaese. La rete Travelport Hotelzon cresce così da quattro a 13 paesi, con un focus “sugli hotel e sui viaggi aziendali, emergendo come partner tecnologico strategico di fiducia per aziende, agenzie e hotel” come ha detto in un comunicato Niklas Andréen, SVP Hospitality and Digital Media di Travelport.

Sabre infine, dopo aver anch’essa inserito nel suo sistema i voli e i servizi aggiuntivi di Ryanair, pensa al futuro… attraverso un hacketon, Destination Hack, dove il gds americano ha raccolto a Londra ben 150 partecipanti da 18 paesi differenti, premiando il vincitore di questo premio con 10 mila sterline. Si tratta di Travita, una piattaforma di corporate social responsability online, che connette i business traveller che hanno spazi nei loro bagagli con organizzazioni charity.

Altri premi da 1000 sterline ciascuno sono stati assegnati a Safe Destination, alert per la sicurezza basata sui social, Further, per la miglior tecnologia indossabile e a Route 99 eWyanaut, soluzioni per il door-to-door travel. Altri premi sono stati vinti da OhSeta!, Ikaros VR, Qurated e da Hotel Splitter

Precedente

Con 4Guest gli itinerari di viaggio via app sono low cost

Successivo

Obiettivo Business Travel per Korean Air