AutoSguardo sul futuro

Alleanza BMW e Mercedes per la mobilità urbana

Alleanza BMW e Mercedes per la mobilità urbana, che rimangono fieri concorrenti nel segmento di auto premium, anche nelle flotte. Le due Case tedesche si alleano in una joint venture per plasmare la mobilità urbana sostenibile del futuro, offrendo ai clienti un’unica offerta, per il Car sharing, il Ride-hailing, il Parcheggio, la Ricarica e la Multimodalità. BMW Group e Daimler AG  hanno infatti firmato un accordo per la fusione delle rispettive unità di business dei servizi di mobilità, come avevamo anticipato anche noi per le rispettive società di car sharing (leggi qui). In attesa di approvazione da parte delle autorità competenti in materia di concorrenza, le due società si preparano a combinare ed espandere strategicamente la loro attuale offerta di mobilità su richiesta nei settori sopra citati.

Alleanza BMW e Mercedes per la mobilità urbanaper la mobilità urbana in una joint venture 50 e 50. Le posizioni di Krüger e Zetsche

La partnership tra i due colossi automobilistici tedeschi intendono offrire ai propri clienti un ecosistema olistico di servizi di mobilità intelligenti e perfettamente collegati, disponibili facilmente sui device mobili a partire dall’elettromobilità, con veicoli di car sharing elettrificato, nonché un facile accesso alle opzioni di ricarica e parcheggio. “Il BMW Group sta modellando la mobilità futura, e si sta muovendo in nuove direzioni per farlo. La nostra strategia Numero Uno >Next fornisce al BMW Group una tabella di marcia verso un futuro digitale e senza emissioni”, ha dichiarato Harald Krüger, Presidente del Consiglio di Amministrazione di BMW AG, che aggiunto: “Combinare i nostri servizi di mobilità come previsto creerà un ecosistema digitale unico. Grazie a questa alleanza i nostri clienti potranno scoprire più facilmente la mobilità del futuro senza emissioni. Rimaniamo competitivi quando si tratta dei migliori veicoli premium. La prevista fusione dei nostri servizi di mobilità metterà in comune le nostre risorse e invierà un segnale forte ai nostri nuovi concorrenti”.

“In qualità di pionieri dell’ingegneria automobilistica, non lasceremo ad altri il compito di plasmare la futura mobilità urbana. Ci saranno più persone che mai senza un’auto che vorrà ancora essere estremamente mobile. Vogliamo unire le nostre competenze ed esperienze per sviluppare un ecosistema unico e sostenibile per la mobilità urbana”, ha invece affermato Dieter Zetsche, Presidente del Consiglio di gestione di Daimler AG e responsabile di Mercedes-Benz Cars. “Daimler persegue con forza e sistematicità la sua trasformazione da produttore di automobili a fornitore di servizi di mobilità con la strategia CASE. CASE è sinonimo di connettività, guida automatizzata, condivisione e servizi e mobilità elettrica”.

“Il futuro della mobilità è nelle città: la chiave per città più vivibili è nei servizi intelligenti e senza soluzione di continuità che sono facili da usare e combinano modalità di trasporto sostenibili e servizi di mobilità. Il lavoro pionieristico e l’impegno dei dipendenti che forniscono i nostri servizi hanno gettato basi preziose. Vorrei ringraziarli sentitamente per tutto quello che hanno fatto”, ha commentato Peter Schwarzenbauer, membro del Consiglio di Amministrazione di BMW AG, responsabile per MINI, Rolls-Royce, BMW Motorrad, Customer Engagement e Digital Business Innovation BMW Group.

“La mobilità sostenibile di domani è flessibile e connessa , una visione che condividiamo con il nostro partner, il BMW Group. Insieme, siamo in grado di offrire a milioni di clienti prodotti e servizi altamente attrattivi per rendere la loro vita più facile e il loro ambiente un posto migliore in cui vivere. Le opzioni offerte dal progetto di impresa comune integreranno i servizi di mobilità offerti dalle città”, ha infine spiegato Bodo Uebber, membro del Consiglio di Amministrazione di Daimler AG, responsabile di Finance & Controlling e Daimler Financial Services.

Alleanza BMW e Mercedes per la mobilità urbana per la mobilità urbana in cinque settori. Car2Go e DriveNow insieme raggiungono le 20mila auto in 31 città

Sono cinque i settori dove opererà la società che nascerà dalla nuova alleanza BMW e Mercedes, ovvero la Mobilità multimodale e on-demand con moovel e ReachNow, il Ride-Hailing con mytaxi, Clever Taxi e Beat o il servizio di noleggio privato di veicoli Chauffeur Privé, con già 13 milioni di clienti e 140mila autisti, il Parcheggio con ParkNow e Parkmobile, la Ricarica con ChargeNow e le soluzioni di ricarica digitale e il Car Sharing con Car2Go e DriveNow, che insieme gestiscono un totale di 20mila veicoli in 31 grandi città internazionali.

VEDI LA NOSTRA PROVA DELLA BMW 530E IBRIDA PLUG-IN CLICCANDO QUI SOTTO

BMW530e ibrida plug-in, pura innovazione

VEDI LA NOSTRA PROVA DELLA MERCEDSE GLC 220D 4 MATIC CLICCANDO QUI SOTTO

Il nuovo Mercedes GLC 220d 4MATIC

Seat alfiere del metano
Precedente

Seat alfiere del metano annuncia la sua prima elettrica

Francesco Fontana Giusti davanti alla Renault EZ-GO
Successivo

Renault, tra il futuro di EZ-GO e il presente (anche diesel)