DuralexSguardo sul futuro

Aniasa, articolo 29 un passo avanti verso la smart mobility

Commenti positivi da parte di Aniasa a proposito dell’articolo 29 della cosiddetta “Manovrina” (D.L. 24 aprile 2017, n. 50, riguardante disposizioni urgenti in materia finanziaria e misure per lo sviluppo), approvata venerdì scorso che stabilisce la possibilità per le imprese di trasporto pubblico regionale e locale di acquisire in locazione i veicoli destinati al servizio di linea (autobus, autosnodati, filobus):, “Un passo in avanti verso la smart mobility, ancora oggi frenata anche da normative anacronistiche, come l’incomprensibile divieto di noleggio di alcune categorie di veicoli. Dopo i bus, attendiamo ora la liberalizzazione del mercato di veicoli industriali, NCC e taxi”.

Articolo 29 un passo avanti verso la smart mobility sui bus. Ora Ncc e taxi

Aniasa sottolinea che “il provvedimento ammette la locazione senza conducente per veicoli di anzianità massima di dodici anni adibiti al trasporto su gomma e per un periodo non inferiore all’anno, modificando l’articolo 84 del Codice della Strada, che dal 1992 consentiva il noleggio di veicoli per il trasporto solo fino a un massimo di 9 persone”. “Si tratta di un risultato storico su un tema che ci ha visto impegnati per oltre un decennio nell’opera di sensibilizzazione delle Istituzioni sui vantaggi, economici e gestionali, di cui potranno beneficiare le aziende di trasporto delle amministrazioni locali, non più costrette a immobilizzare ingenti somme per l’acquisto dei bus, ma anche a gestire in proprio problematiche che esulano totalmente dalla loro mission. Cade un divieto che ha anche contribuito al pesante invecchiamento del nostro parco autobus circolante: l’anzianità media in Italia è infatti di 12,2 anni contro una media di 7,6 nel resto dell’UE” commenta il neo-presidente Aniasa Andrea Cardinali, che aggiunge: “E’ ora che vengano rimosse anche le altre immotivate chiusure previste dal Codice della Strada nei confronti del noleggio di veicoli industriali, taxi e NCC, che resistono ormai solo nel nostro Paese ed in Portogallo. Per le categorie interessate i molteplici vantaggi derivanti dalla possibilità di prendere in locazione i beni anziché comprarli sarebbero evidenti”.

 

Aniasa commenta inoltre che dall’entrata in vigore del Nuovo Codice della Strada sono trascorsi oramai ben venticinque anni, periodo durante il quale il mondo automotive è profondamente cambiato con, ad esempio, la flotta a noleggio in Italia passata da 31 mila unità a quasi 800 mila. Ogni giorno per ragioni di business e turismo 674 mila persone utilizzano i servizi del noleggio a lungo termine, 89 mila quelli del noleggio a breve termine e oltre 17 mila quelli del car sharing (leggi del 16esimo rapporto Aniasa cliccando qui)

Careem
Precedente

Daimler entra nella Uber araba Careem

Alfa e Maserati
Successivo

Alfa e Maserati a tutto Suv (ma non solo)