AutoServiziSguardo sul futuro

Sistemi di assistenza alla guida: la diffusione in Europa

I sistemi di assistenza alla guida sono più diffusi nelle auto di piccole e medie dimensioni. Lo rileva una ricerca di Bosch in Germania, condotta sulle immatricolazioni del 2017. In altri Paesi europei la diffusione è altrettanto spinta, con qualche preferenza: il park assist è molto popolare in Francia, presente sull’85% delle auto. In fondo alla lista figura l’Italia, con il 44%. Per quanto riguarda la frenata di emergenza assistita, il Belgio e la Germania sono al 54% mentre l’Olanda è al 45%. Per contro, in Italia la percentuale è del 30% e in Russia solo del 6%.

Tornando in Germania, che si tratti di avvisi di prossimità, sistemi di assistenza al parcheggio o telecamere per la retromarcia, il 55% delle nuove compatte o mid-size è dotato di serie di almeno uno strumento di aiuto al conducente. La caratteristica riguarda solo il 25% dei veicoli premium. In generale, il 45% delle nuove auto immatricolate ha almeno una funzionalità di parcheggio assistito di serie. Remote parking, lane keeping, rilevazione di stanchezza sono alcune delle comodità cui l’automobilista tedesco non vuole più rinunciare.

Sistemi di assistenza guida: obbligatori nell’Unione Europea

L’Unione Europea sta preparando una legge che renda obbligatoria l’installazione dei sistemi di frenata di emergenza. Questo significa che dal 2022 tutti i nuovi modelli di veicolo dovranno avere a bordo questi sistemi. Il Forum mondiale per l’armonizzazione delle regolamentazioni sui veicoli, che fa parte della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite (Unece), ha scritto una legge che pone le condizioni per questo passo.

Salvare mille vite all’anno

Queste dotazioni possono salvare 1000 vite all’anno in Europa. Di tutte le nuove auto immatricolate in Germania nel 2017, il 54% dispone di tali efficienze mentre quasi la metà è in grado di rilevare il colpo di sonno e più di una su tre aiuta a mantenere la giusta posizione in strada. L’Adaptive Cruise Control (ACC) è presente in quasi un quarto delle auto mentre il 9% delle nuove auto immatricolate in Germania è già dotato di un Traffic jam assist parzialmente automatizzato, che aiuta l’automobilista nel traffico congestionato istruendo l’auto a seguire automaticamente il veicolo che la precede. Il sistema assume anche il comando di avvio e accelerazione, frena e sterza all’interno della corsia.

Bosch sta creando le basi per la guida autonoma tra sensori ambientali, intelligenza artificiale e controllo elettronico di freni, meccanismi di propulsione e sterzo. In questo video i progetti ai quali sta lavorando per disegnare un futuro di ampia connettività. Dal 2013, l’azienda analizza i dati di diffusione dei sistemi di assistenza alla guida su valori della Federal Motor Transport Authority tedesca, che si basa su 3,44 milioni di nuove immatricolazioni in Germania, nel 2017.

In questo articolo, l’Aci ha fatto il punto sui sistemi Adas in Italia, proponendo sgravi fiscali a chi implementa meccanismi, anche aftermarket.

Fusione Psa-FCA
Precedente

La fusione PSA-FCA torna sugli scudi

Carglass
Successivo

Carglass diversifica con assicurazioni e noleggio