ServiziSguardo sul futuro

DriveNow festeggia i due anni a Milano e si accorda con ATM

DriveNow festeggia i due anni di operatività a Milano, con una serata glamour all’Urban Store della BMW  di via E. De Amicis, durante la quale è stata presentata l’offerta dedicata agli abbonati annuali ATM che prevede l’iscrizione gratuita al servizio di car sharing, oltre ai primi 20 minuti di guida per chi ha acquistato l’abbonamento online. DriveNow è infatti operativa nella capitale lombarda dal 19 ottobre 2016 con una flotta composta da cinquecento veicoli tra BMW Serie 1, Serie 2 (Active Tourer e Cabrio), Mini Clubman, Mini 3 e 5 porte e Mini Cabrio, oltre alla total electric BMW i3. “Milano, capitale italiana del car sharing, è anche tra i più vivaci e competitivi anche a livello internazionale. Noi ci siamo arrivati due anni fa con una protesta che ci differenzia, con una flotta con diverse auto e di livello premium.  Come DriveNow, da un lato continuiamo a lavorare per garantire a tutti i nostri utenti un livello di servizio premium, mettendo a loro disposizione una flotta efficiente e di nuova generazione, completamente rinnovata proprio a inizio anno, e dall’altro proseguiamo nello sviluppare nuove modalità di spostamento sempre più condivise, sostenibili e intermodali tra mezzi di trasporto differenti e alternativi all’auto privata. Ecco quindi l’accordo con ATM” commenta Andrea Leverano, managing director di DriveNow Italia.

DriveNow festeggia i due anni a Milano e si accorda con ATM per una mobilità sempre più intermodale

DriveNow festeggia

Leverano e Solero ai festeggiamenti di DriveNow a Milano

DriveNow  festeggia tagliando il traguardo dei 100mila clienti effettivi nel corso del 2018, con le vetture che hanno percorso oltre 11 milioni di chilometri: “il cliente-tipo DriveNow è donna e uomo di età media compresa tra i 26 e i 43 anni, prevalentemente studente o professionista  I tempi medi di singola guida per cliente sono di circa 20-25 minuti, che salgono a 30-40 min. per utente se si prendono in considerazione i “pacchetti week-end”, ovvero utilizzi di vettura riservata per l’intero fine settimana” aggiunge Leverano. Un’iniziativa su cui BMW Italia “ha sempre creduto” spiega Sergio Solero, Presidente e AD di BMW Italia (vedi qui la nostra intervista al numero uno di BMW Italia in occasione del BMW Business Center di Sea Prime a Linate), “anzi ho spinto perché sbarcasse presto anche in Italia. Il gruppo BMW ci crede: DriveNow è uno dei tasselli del nostro piano annunciato nel 2016 per i Nostri primi cento anni per il futuro. Per cui continuiamo ad andare avanti con l’innovazione. Innovazione che, da milanese mi fa molto piacere sottolinearlo, è molto presente a Milano. Il sindaco Sala ci continua a chiedere più I3 in flotta a Milano. Noi siamo d’accordo, ma servono le infrastrutture”.

DriveNow festeggia puntando anche al Corporate a cui è stata recentemente dedicata la soluzione di “Credito Prepagato”, il cui fatturato è cresciuto di oltre il 100% solo nell’ultimo anno (leggi qui). Anche i “pacchetti” orari e giornalieri, molto apprezzati sia per il week end sia per gli appuntamenti di lavoro, hanno visto una crescita del 70%. Vera novità sul mercato, molto richiesto, è il forfait 7 giorni, per andare in vacanza in qualsiasi località d’Italia con una BMW o Mini, molto apprezzato durante l’estate appena terminata (vedi qui le offerte della società di car sharing del Gruppo BMW).

Google maps
Precedente

Le colonnine di ricarica sbarcano su Google Maps

Volkswagen e Microsoft
Successivo

Accordo tra Volkswagen e Microsoft per i servizi in cloud