Servizi

DriveNow perfeziona la sua offerta per le aziende

DriveNow perfeziona la sua offerta per le aziende. Il car sharing del Gruppo BMW in Italia operativo a Milano con ben 500 vetture BMW e Mini in diverse  versioni,  rilancia infatti sul mondo aziendale con la nuova nuova funzione  Credito Prepagato con cui possono acquistare credito a seconda delle specifiche esigenze di mobilità, il tutto fatturato in un’unica soluzione (vedi qui la sua offerta aziendale). Per coloro naturalmente che hanno un corporate account DriveNow, la cui attivazione è gratuita. “I nostri clienti-azienda  hanno sperimentato come l ‘utilizzo delle nostre vetture, tutti modelli BMW e Mini, certamente le più adatte, anche in termini di rappresentanza, agli spostamenti di collaboratori e dirigenti, conceda un significativo risparmio, trasparenza ed oggi, attraverso la soluzione di credito prepagato con unica fattura, anche efficienza gestionale” commenta Andrea Leverano managing director di DriveNow in Italia.

DriveNow perfeziona la sua offerta per le aziende grazie all’account aziendale

DriveNow, società di car sharing fondata nel 2011 come joint venture con Sixt (leggi qui) dal 9 marzo 2018 è interamente controllata dal Gruppo BMW. Opera in modalità free floating con una flotta di 6 mila veicoli nella quale include anche la BMW i3 elettrica ed è presente a Monaco, Berlino, Dusseldorf, Colonia, Amburgo, Vienna, Londra, Copenaghen, Stoccolma, Bruxelles, Helsinki, Lisbona e, appunto, Milano. Quando l ‘azienda attiva un corporate account DriveNow dà a tutti i dipendenti e collaboratori la possibilità attraverso la propria applicazione sullo smartphone di indicare se il viaggio è a fini personali o aziendali. In quest ‘ultimo caso il dipendente non pagherà nulla ma imputerà il costo del noleggio direttamente all ‘azienda che, a sua volta, riceverà un report settimanale con indicazione dettagliata dei viaggi effettuati da tutti gli utilizzatori-dipendenti, dei tempi di utilizzo  e del costo della singole corsa. Oltre al Credito Prepagato è naturalmente possibile collegare questo account a una carta di credito aziendale.

Renegade Phev
Precedente

La prima ibrida del gruppo FCA sarà la Renegade Phev

Barometro Arval 2018
Successivo

Barometro Arval 2018, un mondo in crescita e in grande evoluzione