Duralex

Guerra alle auto anche a New York?

Guerra alle auto anche a New York, che starebbe pensando di applicare, probabilmente per l’area di Manhattan, una congestion charge sulla falsariga di quelle già operative in diverse città europee, come Milano, Londra o Stoccolma, per risolvere i gravi problemi di traffico durante i giorni feriali (leggi qui l’INRIX Global Traffic Scorecard 2017). La proposta è stata lanciata da un gruppo di lavoro creato dal governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo con un focus su New York City e, in particolare,  l’area di Manhattan durante i giorni lavorativi, dalle 6 alle 20. Le automobili pagherebbero 11,52 dollari al giorno, i furgoni 25,34 dollari, mentre i taxi e i servizi alternativi come Uber sborserebbero fra 2 e 5 dollari per corsa. A Londra entrare in centro nei giorni feriali dalle 7 alle 18 costa in media 11,50 sterline (13,19 euro). Più economica l’Area C di Milano, istituita nel 2012: 5 euro al giorno dal lunedì al venerdì, in linea con i prezzi di Goteborg e Stoccolma. Se si esce dall’Europa si trova invece Singapore, di cui noi di MissionFleet abbiamo parlato più volte, che non vuole più auto di quelle che ha già sulle strade (leggi qui) e sta lanciando un controllo satellitare del traffico (leggi qui) .

Guerra alle auto anche a New York, il grande fratello di Singapore e la toxicity charge di Londra

Proprio a Singapore c’è già un sistema super tecnologico per il controllo dei driver, ovvero un dispositivo elettronico istallato sul cruscotto che contiene una carta di pagamento e, ogni volta che l’auto attraversa un varco, la carta scala la tariffa d’ingresso. Il costo dipende da quanti punti d’accesso l’automobilista attraversa e dall’orario: 5 varchi elettronici alle 18 di un giorno feriale possono costare 15 dollari di Singapore (oltre 9 euro) mentre all’ora di pranzo, solo 2 dollari, poco più di un euro. A Londra invece è stata applicata la toxicity charge che si applica ai motori diesel più vecchi (sono esclusi gli Euro4 e superiori), con 10 sterline  (11,47 euro) al giorno da aggiungere alla congestion charge per entrare in centro.

I soldi della congestion charge di New York, che potrebbe partire nel 2020, andrebbero a finanziare l’ammodernamento del sistema di trasporto pubblico della Grande Mela, mettendo a disposizione della città ogni anno almeno 810 milioni di dollari, con una riduzione del traffico del 13%.

Flotte aziendali
Precedente

Flotte aziendali a gonfie vele in, quasi, tutta Europa

programma Care by Volvo
Successivo

Avis Autonoleggio nel programma Care by Volvo