Studi/Sondaggi

I brand dell’automotive e dell’It dominano i top 100 di Interbrand

Se ai primi tre posti della classifica non ci sono stati cambi, con Apple , Google e Coca Cola, sono le posizioni di rincalzo a cambiare nella 16esima edizione di Best Global Brands di Interbrand che identifica i 100 brand globali a più alto valore economico. Con alcune news entry in classifica e diversi importanti incrementi di valore. In primis della stessa Apple, con un più 43% anno su anno, a quota 170 miliardi di dollari, battuta solo dalla crescita di Facebook, a più 54%, che si situa al 23esimo posto.

I  top 50 brand di Interbrand

I top 50 brand di Interbrand

Importante però sottolineare come molti sono i brand dell’automotive presenti, tra cui la nuova entrata Mini, al 98esimo posto. Tra gli altri brand ottimo il sesto posto di Toyota, in crescita del 16% anno su anno, l’11esimo di Bmw, a più 9%, di Mercedes, a più 7%, di Honda, al 19esimo posto, a più 6%, Volkswagen, al 35esimo posto ma in calo di valore del 9%, Ford al 38esimo posto, più 6%, seguita da Hyundai al 39esimo, più 8%, Audi al 44esimo, a più 5%,  Nissan  al 49esimo a più 19%, il brand automobilistico cresciuto di più, Porsche al  56esimo, più 12%, Kia al 74esimo (+5%), Chevrolet all’85esimo (+2%) Land Rover,  che guadagna il 14% e, come detto, Mini al 98esimo.

Tra i brand che hanno registrato il maggiore incremento del valore oltre a Facebook e Apple anche Amazon che, con un +29%, si attesta alla decima posizione globale. Tra i nuovi ingressi oltre a Mini, anche Lego (all’82esimo posto) , PayPal (al 97esimo), Moët & Chandon (al 99esimo)  e Lenovo (100esimo). Per i brand tricolori ve ne sono presenti solo due, entrambi della moda, Gucci e Prada, mentre latitano i brand del mondo del travel.

Precedente

Da oggi Google diventa Alphabet. Se Bmw vuole...

Successivo

Anche Fca si lancia sui Pick Up. Con la Fiat Toro