GreenServiziSguardo sul futuro

Il governo italiano sull’elettrico. E Bolloré sbarca a Torino

Dopo aver puntano alla copertura a banda larga o ultra larga, con la metà della popolazione  connessa a 100 mega e l’altra metà a 30 mega, grazie al piano Ring, ancora lontano da svilupparsi però, il Governo italiano punta a coprire la Penisola con 20 mila stazioni di ricarica elettrica per veicoli nei prossimi due anni e mezzo, per un investimento da 32 milioni di euro.

Lo ha annunciato il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio al convegno sul futuro della mobilità sostenibile del Politecnico di Torino, per la presentazione del servizio di car sharing di vetture elettriche BlueTorino del gruppo Bolloré, disegnate da Pininfarina.

Torino è la prima città d’Italia in cui lanciamo il car sharing elettrico, dopo Parigi, Lione, Bordeaux e Indianapolis. Poi entro quest’anno è previsto lo sbarco a Londra. L’obiettivo è portare nel capoluogo piemontese 400 vetture e 700 colonnine entro 3 anni, con un investimento complessivo di 13 milioni di euro” ha detto l’amministratore delegato Marie Bolloré . La produzione sarà a Torino nello stabilimento di Bairo, che era della Pininfarina, e in uno stabilimento francese.

Precedente

FOTONOTIZIA: le auto nuove per 1000 abitanti secondo Acea

Successivo

Reputation Institute: Bmw dal 1° al 4° posto. Conta il Dieselgate?