AutoGreenSguardo sul futuro

La Nuova Range Rover Evoque nasce elettrificata

Con una global reveal (anche in diretta streaming) fantasmagorica da Londra (vedila qui), Land Rover ha presentando l’attesa Nuova Range Rover Evoque, mettendo al centro l’elettrificazione, che è già di casa nel gruppo, grazie alla Jaguar I-Pace. La famiglia Evoque si arricchisce così sia di versioni ibride che elettriche, visto che viene proposta con motorizzazioni 4 cilindri Ingenium, tre diesel e tre benzina, alle quali si aggiunge subito una versione mild hybrid e, dall’anno prossimo, anche una ibrida plug-in, con potenze che vanno da 150 a ben 300 CV. Grazie anche alla piattaforma su cui è progettata, ovvero la Premium Transverse Architecture.

Dal suo lancio, nel 2010, la Range Rover Evoque ha trasformato il mondo dei SUV compatti, e ora il nuovo modello è pronto a proseguire quell’inimitabile percorso. La nuova Evoque ha tutta la raffinatezza, il carattere, il brio, in grado di suscitare forte interesse e potenti emozioni” afferma Gerry McGovern, Chief Design Officer Land Rover.

La Nuova Range Rover Evoque nasce elettrificata. Mantenendo la sua anima offroad

Progettata e realizzata nel Regno Unito, la Nuova Range Rover Evoque nasce sulle esigenze della clientela attuale come frutto della fusione dell’insuperabile tradizione Range Rover con la tecnologia più avanzata, dopo un successo di vendite di oltre 770 mila unità in tutto il mondo. Un’auto che diventerà, o meglio continuerà ad assere (scommettiamo?), un crossover da mostrare sulle strade cittadine, con un design che rispecchia la filante ammiraglia della Casa, ovvero la Velar, ma forte rimane la sua vocazione offroad, grazie alla trazione integrale che si basa su un sistema di sospensioni corredato da sensori intelligenti che monitorano le condizioni della strada ogni 100 millisecondi, vantando inoltre una profondità di guado massima di 600 millimetri, 212 millimetri di altezza dal suolo e angoli di attacco e di uscita anteriore e posteriore rispettivamente di 25 e 30,6 gradi. A cui si aggiungono naturalmente tante tecnologie di assistenza alla guida e per la sicurezza del driver e dei passeggeri.

Tra cui segnaliamo la tecnologia “Ground View” (che rende il cofano “invisibile”) e lo specchio retrovisore che si trasforma in uno schermo HD sul quale vengono proiettate le immagini riprese da una videocamera montata posteriormente. Sotto la carrozzeria si trova una vera rivoluzione tecnica e ingegneristica. L’architettura è nuova, per consentire i sistemi ibridi plug-in e mild, e ha lasciato invariate solo le cerniere delle porte. Il nuovo chassis è stato ampiamente rivisto per sfruttare a pieno la rigidità della scocca, assicurando il caratteristico comfort di viaggio e la raffinatezza di una Range Rover. L’Evoque è ora più intelligente che mai. Il software del nostro infotainment è stato ulteriormente affinato per un’esperienza sempre più intuitiva. Inoltre, per una perfetta integrazione con gli smartphone, abbiamo aggiunto Apple Car Play e Android Auto” dice Nick Rogers, Executive Director e Product Engineering della Casa.

“L’elettrificazione è la colonna portante della futura mobilità e il mild hybrid è il primo passo in questa direzione. Un MHEV non necessita di ricarica, e garantisce un autentico risparmio di carburante del quale possono beneficiare pressoché tutti i clienti della Evoque. Per chi desidera inoltre la silenziosità raffinata di una Range Rover, il modello plug-in sarà commercializzato entro 12 mesi. Quando il guidatore accelera, l’energia immagazzinata viene riutilizzata per assistere il motore in accelerazione riducendo i consumi” spiega Dave Skipper, Hybrid System Integration Manager Land Rover.

“Come produciamo i nostri veicoli e con quali materiali è di vitale importanza per ognuno di noi in Jaguar Land Rover. L’impiego di materiali naturali e riciclati e l’aggiunta della propulsione ibrida non solo esalta il fascino della Nuova Evoque, ma sottolinea il nostro approccio al lusso sostenibile. La nuova Evoque sarà disponibile fin dal lancio con propulsione elettrica mild hybrid 48 Volt, che immagazzina, in una batteria posta sotto il pianale, l’energia normalmente dissipata in decelerazione. A velocità inferiori ai 17 km/h, quando il guidatore frena, il motore si spegne per minimizzare le emissioni. Questa tecnologia riduce sia i consumi, che scendono fino a 5,6 l/100 km sia le emissioni, che fanno registrare 149 g/km (NEDC, ndr)” afferma Chris Thorp, Responsible Business Director Jaguar Land Rover.

La Nuova Range Rover Evoque è già ordinabile sul mercato italiano con prezzi a partire da 44.500 euro per la versione da 150 CV a 4 ruote motrici e cambio automatico, con la versione a 2 ruote motrici che non è disponibile al lancio.

I Suv Mitsubishi
Precedente

I Suv Mitsubishi a Linate e Malpensa con Getmycar

Metano
Successivo

Snam Partners’ Day 2018, il metano e la visione di De Meo