GreenSguardo sul futuro

L’avanzata delle auto elettriche – I modelli sul mercato (1)

L’avanzata delle auto elettriche nel mondo automotive (leggi qui). Se oggi sono circa una ventina i modelli elettrici disponibili in Europa per 12 diversi costruttori, le previsioni indicano che al 2020 l’offerta è destinata  a triplicarsi con l’ingresso sul mercato di altre almeno quattro Case automobilistiche, ovvero Honda, Opel, Porsche e Audi. L’avanzata dei modelli elettrici nel 2017 hanno visto segnare un più 40% di vendite secondo i dati dell’Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano, ovvero circa 2 mila unità, che rappresentano lo 0,1% del mercato. Una quota di mercato, almeno in Italia, piccolissima, ma che inevitabilmente crescerà con lo sviluppo delle tecnologie per le batterie con conseguente calo del loro prezzo, destinato a dimezzarsi entro il 2020. E ovviamente anche le società di Noleggio a Lungo Termine si stanno attrezzando per dare alle aziende la corretta consulenza per le  auto sul mercato, ma anche sui servizi di istallazione delle wallbox e delle colonnine a casa e in azienda e il rifornimento energetico.

L’avanzata delle auto elettriche –  le più vendute in Italia

Ecco l”avanzata delle auto elettriche più venduti nel 2017 in Italia secondo i dati Unrae, l’Unione nazionale dei rappresentanti autoveicoli esteri:

1) Nissan Leaf (464)
2) Renault Zoe (319)
3) Tesla Model S (266)
4) Tesla Model X (216)
5) Smart ForTwo (184)
6) BMW i3 (132)
Altri modelli (364)

L’avanzata delle auto elettriche: ecco quelle sul mercato oggi…

BMWi3 – BMWi3s
Un’autovettura di segmento B che risale a 2013 e che è stata recentemente aggiornata nella versione i3s. La batteria della BMW è di 33 kWh e promette fino a 200 chilometri con un pieno. Il motore è da 170 cavalli (250 Nm) sulla BMW i3 e da 183 CV sulla i3s. Per la ricarica c’è iWallbox Connect fino a 11 kW (180 chilometri in circa 3 ore). Le BMW i3 range extender sono indicate con la sigla REX e montano un piccolo motore termico che porta l’autonomia a 300/330 chilometri. A partire da circa 39 mila euro.

 

Citroën C-Zero
La Citroën C-Zero, la “sorella” della Mitsubishi i-MiEV e della Peugeot iOn, è una citycar full electric da 3.47 metri con motore da 49 kW (circa 68 cavalli) e batteria da 14,5 kWh garantita 8 anni o 100mila chilometri. La velocità massima è di 130 km/h di velocità massima per un’autonomia di 150 chilometri, includendo il cavo per la ricarica casalinga a 220 V e la ricarica rapida con l’80% della batteria in 30 minuti con il monofase da 125 ampere. Tariffe a partire 30mila euro.

Citroën e-Mehari
Perfetta per Villaggi e case al mare, questa “fun car” elettrica riprende il nome della vecchia “jeep” della casa dal doppio Chevron. Due le versioni: scoperta o con hard top e vetri laterali, la Citroen e-Mehari MY2018  arriva a 110 km/h di velocità massima e 195 chilometri di autonomia (ma ciclo Nedc), grazie ai 75 cavalli e alla batteria da 30 kWh. A partire da oltre 27 mila euro.
Hyundai Ioniq Electric
Ibrida, Ibrida Plug-in ma anche full-electric: la Ioniq di casa Hyundai è l’unica auto a proporsi in tre versioni elettrificate. La full-electric monta il motore da 120 cavalli (88kW) e 295 Nm di coppia, spinto da una batteria da 28 kWh. Sono 280 i chilometri di autonomia per una velocità massima di 165 km/h. La Ioniq elettrica supporta la ricarica casalinga a 8A, 230V con contatore da 3 kW o la Wall Box con corrente trifase fino a 7,4 kW per arrivare da 0 a 100 in meno di 4 ore e mezza. In più sono supportate le stazioni pubbliche in AC (240 V, 32A, 7kW) e quelle di ricarica rapida in DC a 50 o 100 kW. La batteria è garantita 8 anni o 200mila chilometri. Costo? Da 36 mila euro.
Jaguar I-Pace (vedi qui a nostra prova)
La Jaguar I-Pace monta una batteria agli ioni di litio da 90 kWh che consente un’autonomia di 480 km nel ciclo WLPT, con prestazioni, però, da Jaguar: i suoi due motori abbinati alla trazione integrale offrono una potenza di 400 CV, con una perfomance da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi e una velocità massima di 200 km/h. Interessante il caricatore rapido a corrente continua da 100 kW con il quale caricare la batteria fino all’80% in 40 minuti o avere 100 km di autonomia aggiuntiva con soli 15 minuti di ricarica.
Kia Soul ECO-Electric
La Kia Soul EV è la versione elettrificata dell’auto già da tempo su mercato in versione motore termico, grazie a un propulsore che eroga 110 CV con 285 Nm di coppia con una batteria che dovrebbe assicurare una autonomia di 212 chilometri grazie a un pacco batterie da 27 kWh. Costo, da 37 mila euro.
Mitsubishi i-MiEV
Come detto sopra è la “gemellina” della Citroën C-Zero e della Peugeot iOn, ormai non più venduta, la Mitsubishi i-MiEV ha 150 chilometri di autonomia (ciclo NEDC) con potenza di 16 kWh, 130 km/h di velocità massima e la possibilità di ricarica standard a 10A o ricarica rapida. Da 30 mila euro.

Nissan Leaf
L’elettrica più venduta in Italia, e nel mondo, con un testa a testa in alcuni mercati con la “parente” Renault Zoe, recentemente si è rinnovata (leggi qui) adottando una batteria da 40 kWh. per 380 km di autonomia nel ciclo NEDC, grazie a una propulsione da 150 CV (110 kW) e 320 Nm di coppia. Tra le novità introdotte l’e-Pedal, con il quale si può guidare con un solo pedale (tipo Kart…). A partire da poco più di 34 mila euro.
Renault Twizy
Più che un’auto un “quadriciclo”, sul mercato da diversi anni. L’ultima versione della Twizy, city-car a due posti o un bagagliaio da 180 litri per la Cargo, si può avere nella versione da massimo 45 km/h (per i quattordicenni) o in quella da 80 km/h a seconda del motore (4 o 8 kW) scelto con la batteria da 7kWh. Viene proposta con la formula con il noleggio della batteria (FLEX) o con l’acquisto (LIFE). Da 7300 euro.
Renault Zoe
Twizy a parte, Renault propone anche una vera e propria auto che si è appena rinnovata, con la nuova propulsione elettrica R110 da 80 kW, con la quale vanta un’autonomia record di 300 km nella procedura WLTP (Worldwide harmonized Light vehicles Test Procedure), e che propone il caricatore Caméléon  grazie al quale accedere alla ricarica rapida a 43 kW (trifase, 62 A), a quella tradizionale con wallbox o colonnina a 22, 11 e 7.4 kW o a quella domestica a 10A a 2.3 kW.  Da 25.800 euro.
Smart fortwo EQ – forfour EQ
La Smart è diventato il primo brand elettrico della galassia Mercedes portando a battesimo il nome EQ (leggi qui), sia con al due posti, la fortwo, che con la quattro, forfour. Il motore ha una potenza di 60 kW e 170 Nm di coppia massima per un’autonomia di circa 160 chilometri grazie alla batteria da 17,6 kWh. Il caricabatterie di bordo è da 4,6 kW ed è collegabile a colonnine, wallbox o presa domestica a cui si può aggiungere un caricabatterie  da 22 kW. Prezzi a partire da quasi 24 mila euro.

Tesla Model S

E’ l’auto elettrica più venduta al mondo, grazie anche all’abilità comunicativa del suo guru, Elon Musk, ed ora la Tesla Model S è sempre più gettonata anche al di fuori della California. Prendendo piede anche nelle flotte aziendali. Tre ad oggi le versioni: 75D, 100D e P100D (vedi qui la nostra prova)  con diverse autonomie, da 466 km a 594 km, e livelli di perfomance. D naturalmente non sta per Diesel ma per Dual Motor, visto che le Tesla sono ormai tutte a trazione integrale, con la P che invece sta per perfomance, con un motore posteriore più potente che consente uno 0-100 in 2,7 secondi. Il sistema di ricarica di Tesla sfrutta i Supercharger ma consente anche la ricarica a 11 kW (400V, 16A) o 3kW (230V, 13A) tramite un adattatore per presa domestica. Prezzi da 86 mila euro per arrivare a oltre i 150 mila.

Tesla Model X

Dopo la spotiva e l’auto di lusso, la S, Tesla ha sfoderato il suo primo Suv, il Model X (vedi qui la nostra prova) in versione a 5, 6 o 7 posti e con le scenigrafiche portiere posteriori Falcon Wings. Con trazione integrale di serie e una batteria da 100 kWh con 565 chilometri di autonomia la X fa da 0 a 100 in 4.9 secondi (3.1s per P100D). Le batterie sono da 75 o 100 kWh. Da 93.500 a 159.950 euro.

Volkswagen e-Golf

In Casa Volkswagen si attende il brand e, intanto, ha sul mercato la piccola Up (vedi dopo) oltre alla versione lettrica della Golf. Il motore elettrico ha una potenza di 136 CV e una coppia di 290 Nm per una accelerazione da 0 a 100 in 9.6 secondi con una velocità autolimitata a 150 km/h. L’autonomia in ciclo Nedc grazie alla batteria da 35,8 kWh è di 30 km, pe run  ricarica da presa domestica in 17 ore, da wallbox a corrente alternata o tramite DC con il CCS per avere l’80% della capacità in 45 minuti. Da 39.600 euro.

Volkswagen e-Up!

La piccola di casa Volkswagen  diventa anche elettrica. La e-Up!, così il nome, monta un motore elettrico da 60 kW (82 CV) con una velocità massima limitata a 130 km/h e una coppia di 210 Nm. La batteria, garantita 8 anni, è da 18,7 kWh per una autonomia di  160 chilometri massima. Si ricarica con una presa da 230 V, con 2.3 kW da casa, il wallbox da 3.6 kW o il CCS per la ricarica pubblica (80% in 30 minuti). Da 28mila euro circa.

 

peggiora lo stato dei pneumatici
Precedente

Per Assogomma peggiora lo stato dei pneumatici

modelli elettrici in arrivo
Successivo

L'avanzata delle auto elettriche - I modelli elettrici in arrivo (2)