Auto

Mazda CX-5, l’evoluzione, silenziosa, della specie

Il nuovo suv medio della Casa di Hiroshima, la Mazda CX-5, è sbarcato sul mercato con il consueto fine settimana Open nei concessionari della Casa giapponese con un “SensActional Week End”. E noi di MissionFleet abbiamo preso l’occasione al volo per provarlo. Un modello che la Casa dell’albatros presenta così: “Mazda, in linea con la filosofia umano-centrica volta a creare auto che procurino emozioni positive ai passeggeri e vero piacere di guida al suo guidatore ha così sviluppato il suo modello di maggior successo in Europa”. Andiamo a vedere se queste emozioni le hanno provocate anche a noi…

Mazda Cx-5, tecnologia e silenzio per una guida nel massimo del comfort

Come si confà ai Suv di nuova generazione anche il Mazda CX-5  propone tanta tecnologia basata sulla tecnologia Skyactive, tra cui il sistema G-Vectoring per il controllo dinamico dell’auto,  il sistema di frenata intelligente in città, il sistema di mantenimento della carreggiata, il monitoraggio degli angoli ciechi e rilevazione della stanchezza del guidatore o il cruise control adattivo, ma con in più anche un tocco che va nella direzione del comfort di guida nel massimo silenzio possibile, ovvero gli inediti, per una vettura di questa categoria, doppi cristalli anteriori “Silence”, sottolineati anche da che ci accompagnava nel test. E, veramente, il silenzio impera all’interno dell’abitacolo, ben rifinito e con tutto a portata di mano. e di vista, grazie anche all’head-up display con le informazioni sparate sul parabrezza anteriore. Ricordatevi solo di farlo settare.

Uomo -Mazda che ci ha tenuto anche a sottolineare la bellezza della nuova colorazione Soul Red Crystal, un rosso piuttosto vivo, che la Casa definisce il “più bello al mondo” , grazie al fatto di avere una particolare lucentezza e brillantezza, che derivano dai canoni del celebre Kodo design, che attraversa tutti gli elementi dell’auto

Tra gli allestimenti proposti, Evolve, Exceed ed Exclusive, quello che abbiamo provato noi, con propulsori diesel 2.2 litri da 150 cavalli o 175 cavalli o benzina 2.0 litri da 160 a 194 cavalli, abbinati  a una trasmissione automatica o manuale o alla trazione anteriore o integrale intelligente i-Activ AWD.

Insomma un’auto che si guida bene in strada e su strade sterrate, che si va a inserire in un segmento super gettonato ma anche con tanta concorrenza. Che Mazda vuole battere grazie al Kodo design e a robuste iniezioni di tecnologia.

Ricordiamo infine che l’autovettura ha conseguito i cinque stelle in sicurezza negli ultimi test EuroNCAP (leggi qui) mentre secondo l’ente per la sicurezza statunitense IIHS, Mazda è stato l’unico costruttore di automobili , tra 16 concorrenti,  a potersi fregiare del Top Safety Pick+ per tutti i modelli attuali testati quest’anno fino ad oggi.

 

 

Dragon Drive
Precedente

Con Dragon Drive l'intelligenza artificiale sale in auto

Mercedes C350e Station Wagon
Successivo

Mercedes C350e Station Wagon alla Fashion week milanese