AutoServizi

Obiettivo big data: Michelin acquista Masternaut

Michelin acquista Masternaut: la telematica con la sua mole di dati preziosi diventa un must per la filiera dell’automotive. Dopo la mossa di Bridgestone che per 910 milioni di euro ha completato l’acquisizione di Tom Tom Telematics, ecco la conferma di una strategia inevitabile in un settore che dai big data può trarre indicazioni utili per nuovi prodotti e per fidelizzare i clienti. Il valore dell’operazione è importante: Masternaut è stata valutata 8 volte il suo Ebitda 2018. La piattaforma tecnologica di proprietà di Summit Partners e FleetCor era stata comprata dal fondo americano di private equity Francisco Partners per 455 milioni di dollari nel 2014.

In dote a Michelin vanno 220mila veicoli, per la maggior parte leggeri, contrattualizzati da Masternaut, che opera principalmente in Francia e nel Regno Unito. L’azienda produttrice di pneumatici nata a Clermont-Ferrand nel 1888 ha avviato una campagna di shopping che l’ha vista rilevare Sascar e NexTraq in America e intende “accelerare lo sviluppo della propria attività di servizi e soluzioni per veicoli leggeri e sostenere il fiorente mercato delle flotte– spiega una nota -, nonché aumentare il volume dei dati acquisiti, consentendo di offrire ai propri clienti le soluzioni migliori, migliorare le prestazioni del prodotto e sviluppare le implementazioni di data science, come la manutenzione predittiva”.

Tra i progetti di Masternaut anche quello della certificazione CO2 delle flotte, in questo video. Essa riconosce i clienti più efficienti che ogni anno risparmiano 230mila tonnellate di emissioni.

Michelin innova gli pneumatici Suv

All’ultimo Salone di Ginevra, Michelin ha introdotto un nuovo pneumatico sportivo adattato per i Suv. E’ il Pilot Sport 4 SUV che risponde a forze centrifughe e laterali maggiori. Si tratta di una nuova sfida per i progettisti che devono tenere in considerazione l’altezza superiore dei veicoli, quindi un centro di gravità posizionato più in alto rispetto a una vettura sportiva, e masse molto più importanti. L’accento è, infatti, messo sul controllo e la stabilità ad alta velocità, sempre offrendo sicurezza ed elevata durata chilometrica.

Pilot Sport 4 SUV sostituisce il Latitude Sport 3 e può equipaggiare tutte le gamme di sport utility vehicle e 4×4 compatti, medi, premium e sportivi.

Europcar
Precedente

Europcar: le corporate sales nel marketing con Mastrovincenzo

Pirelli
Successivo

Pirelli e il controllo, quando il bilancio aziendale è cultura