Auto

La nostra analisi della nuova Mercedes Classe A

MBUX, bastano quattro lettere per capire quanto la nuova Mercedes Classe A, giunta alla quarta generazione (leggi qui),abbia alzato il livello dell’asticella. Si tratta di un’interfaccia uomo-auto con cui parlare come se fosse un assistente personale. Il riconoscimento vocale è stato affinato al punto che per raggiungere casa basta dire: “Hey Mercedes, portami a casa”. Oppure, per attivare la regolazione del clima: “Fa caldo”. Il sistema risponde lesto e interagisce con una certa facilità, dimostrandosi intelligente, ma non solo per questo. Il suo QI cresce nel tempo e con l’utilizzo, man mano che memorizza alcune nostre abitudini e preferenze. Se questa è la cover della Classe A, tutto il resto è Stella a tre punte: bellezza, raffinatezza, cura nel offrire il massimo del divertimento e della tecnologia al guidatore, a partire dai due schermi da 10,23” per strumentazione e infotainment, apparentemente uniti in un pezzo solo,  sino alla guida semi-autonoma.

La nostra analisi della nuova Mercedes Classe A, la gamma

La novità più interessante della nuova Mercedes Classe A è rappresentata dall’inedito turbo benzina, sviluppato in collaborazione con Renault e Nissan, un quattro cilindri da 1.3 litri da 163 cv e 250 Nm, il solo motore abbinabile sia al cambio manuale a 6 marce sia al doppia frizione a sette rapporti. Per gli altri solo l’ottimo automatico e ritocchi di fino: il 1.5 diesel della A 180 d e il 2.0 litri benzina per la A 250 da 224 Cv. Quattro gli allestimenti: Executive, Business, Sport, Premium. Listino che parte da 30.029 euro per la A 200 Executive e arriva ai 41.290 euro per la A 250 Automatic Premium. Ottimi gli allestimenti Business Extra, riservati esclusivamente a chi sceglie il noleggio a lungo termine, hanno la peculiarità di aggiungere alla già valida dotazione della Business i fari led, il mirror pack, il parktronic, il climatizzatore automatico e il supporto lombare.

La nostra analisi della nuova Mercedes Classe A, valori residui al massimo

E’ un assioma. Una Mercedes Benz di successo perde meno valore di tante altre Case. E la Classe A è capitolo a parte, in quanto è sempre richiestissima. Aggiungiamo che la Casa è molto attenta all’usato visto che ha messo a punto il programma specifico First Hand che prevede cento severi controlli con tagliando pre-consegna obbligatorio. Valido il motore di ricerca all’interno del sito ufficiale: www.mercedes-benz.it.

La nostra analisi della nuova Mercedes Classe A, le formule di acquisto o noleggio

Per chi sceglie il leasing, è ideale la formula Service Plus dove le spese vengono dilazionate nel piano finanziario. Tre le formule: Compact, Comfort ed Excellent con servizi e costi diversi. Interessante la formula ServicePlus Advance, attivabile entro 24 mesi dalla data di immatricolazione, che copre le riparazioni straordinarie nel terzo e quarto anno di vita (senza limite di km) per i guasti ai componenti meccanici ed elettrici. Si può pagare in un’unica soluzione o con rate fisse mensili. Viene data grande attenzione anche all’offerta assicurativa con le formule personalizzabili Feel Star (incendio e furto), Feel Care (tutela del finanziamento), Feel Life (a garanzia dell’acquisto) Feel New (in collaborazione con Axa France, permette di mantenere inalterato il valore della vettura nel tempo). Da sottolineare infine il Service h24 in quasi tutta Europa mentre le garanzie di mobilità Mobilo e MobiloLife fanno arrivare sempre e comunque a destinazione. E la Casa della Stella propone due formule di finanziamento per l’acquisto: Classico (rate fisse mensili per tutta la durata contrattuale) e Balloon (rate mensili più basse rispetto al Classico e maxi-rata finale, eventualmente rifinanziabile alla scadenza del contratto).

Per il Noleggio molto interessante la nuova formula Dynamic Lease, il primo prodotto “pay per use” che unisce un canone fisso mensile e una componente di consumo per chilometro percorso verificabile grazie al sistema Connect Me, con l’opportunità di pagare la rata in base all’effettiva percorrenza e non avere una maxi rata finale.  Con una durata di 36 mesi e nessun anticipo, comprende l’attivazione di servizi come RCA/incendio/furto e la tassa di proprietà, con in più il già citato Connect Me. Per quanto riguarda i servizi a scelta, il cliente potrà scegliere tra Kasko, pacchetto manutenzione, gomme ed altre opzioni assicurative. Sul breve termine, resta la possibilità di servirsi di Mercedes-Benz Rent, mentre altre soluzioni di noleggio sono studiate dal Daimler Fleet Management.

La nostra analisi della nuova Mercedes Classe A, perché comprarla

Un design piacevole, particolarmente all’esterno, con una guidabilità eccezionale, al di là del propulsore scelto, e un confort da categoria superiore. Con una parte tecnologica veramente all’avanguardia, anche con il MBUX, arrivata prima su questo modello che sulle sorelle maggiori.

Dataforce di luglio
Precedente

Dati Dataforce di luglio, vanno forte le Passenger Cars

Viasat e Inaz
Successivo

Viasat e Inaz insieme per gestire flotte e risorse umane