Servizi

Personalizzare e proteggere con il car wrapping

Diffusa già da parecchi anni anche nel nostro Paese, la tecnica del car wrapping consiste nell’applicazione di speciali pellicole sulla carrozzeria delle auto.

Il rivestimento può essere totale o interessare soltanto alcune parti delle vetture, come tettuccio e specchietti.

Renato Gallo - Titolare 1Car

Renato Gallo – Titolare 1Car

“Da molto tempo il car wrapping entra in gioco nella brandizzazione dei veicoli aziendali: in questo caso prima si realizza la stampa richiesta sulla pellicola e poi si provvede all’applicazione di quest’ultima sul mezzo”, ha spiegato a MissionFleet Renato Gallo, titolare 1Car.

Gli scopi per cui si può ricorrere a questa pratica sono diversi: dal desiderio di cambiare look al veicolo, modificandone ad esempio il colore, alla volontà di proteggere la vernice da graffi e altri piccoli segni.

Già, perché forse non tutti sanno che il car wrapping è perfetto per mantenere la verniciatura in ottime condizioni. Come afferma Cristian Ianniello di Wrapping Milano, “sono molto frequenti gli acquirenti di auto di livello che scelgono di rivestire la propria vettura in tutto o in parte con una pellicola trasparente, in modo da preservare l’integrità della vernice e da poter rivendere l’auto a un prezzo maggiore in futuro”.

Esempio auto trattata con car wrapping - Wrapping Milano

Esempio auto trattata con car wrapping – Wrapping Milano

Gli operatori specializzati non mancano, ma chi vuole può anche optare per il fai da te: Lollomoto, ad esempio, è molto focalizzata sull’ecommerce (www.lollomoto.com) e vende pellicole a livello nazionale.

“I privati scelgono la tipologia di pellicola che preferiscono e la comprano via Internet: non solo pellicole destinate alle auto, ma anche utilizzabili su moto, barche o per lavori di interior design”, sottolinea il titolare Lorenzo Cristofori.

Precedente

Ces: la tecnologia Skoda premiata per il sistema SmartGate

Successivo

Nissan Italia: vendite record a colpi di crossover