AutoGreenSguardo sul futuro

Renault-Nissan-Mitsubishi, al via la grande Alleanza 2022

La grande Alleanza 2022 tra i brand Renault-Nissan-Mitsubishi punta a vendere 14 milioni di veicoli con un fatturato consolidato di 240 miliardi di dollari, grazie anche a risparmi operativi pari a 10 miliardi di euro visto le sinergie in essere e quelle future da qui a sei anni. In questo periodo i tre marchi intendono produrre oltre nove milioni di veicoli su quattro piattaforme comuni, così come diventeranno comuni tre quarti dei motori, e componenti e piattaforme condivise per 12 nuovi modelli full electric e 40 nuovi veicoli con tecnologia di guida autonoma. Il tutto per diventare uno dei principali player al mondo di servizi di mobilità on demand con veicoli robotizzati.

“Oggi, l’Alleanza supera una nuova tappa. Il piano Alleanza 2022 si prefigge la realizzazione di 10 miliardi di euro di sinergie annuali. Questo obiettivo sarà realizzato, da una parte, grazie all’accelerazione della collaborazione tra Renault, Nissan e Mitsubishi Motors sulle piattaforme, le motorizzazioni e le nuove tecnologie relative ai veicoli elettrici, autonomi e connessi. Dall’altra parte, le sinergie continueranno a crescere grazie all’incremento delle economie di scala. Le nostre vendite annuali dovrebbero superare 14 milioni di unità, generando un fatturato di 240 miliardi di dollari alla fine del piano” ha affermato durante la presentazione del piano a Parigi Carlos Ghosn, Presidente-Direttore generale dell’Alleanza.

Oltre al piano Alleanza 2022, presentato anche il nuovo logo dell’Alleanza

I tre brand Renault-Nissan-Mitsubishi oltre al piano per un futuro sempre più condiviso, ed elettrificato e a guida autonoma, hanno presentato anche il nuovo logo che racchiude i tre marchi, che dovrà diventare un  simbolo del rafforzamento delle convergenze e cooperazioni tra i suoi membri: “Questo piano rafforzerà la crescita e la redditività dei membri dell’Alleanza. Faremo crescere le nostre sinergie grazie alla cooperazione tra queste tre aziende, che restano autonome operando tuttavia con l’efficacia di un’azienda unica. Dal 1999, l’Alleanza ha indotto crescita e performance appoggiandosi soltanto su due aziende. Con il piano Alleanza 2022, dimostreremo che possiamo generare crescita e performance a tre, o anche di più” ha aggiunto Ghosn.

Dati Dataforce
Precedente

Immatricolazioni di nuove auto in Europa, bene anche agosto

Martino Giovanardi
Successivo

Martino Giovanardi è il nuovo Country Manager Visirun