AutoDuralex

Rimborsi spese dei parcheggi: detassati solo con il metodo analitico

Torniamo sull’argomento della contabilità di viaggio, mettendo l’accento sui rimborsi spese dei parcheggi. Tema caro sia ai travel manager sia ai fleet manager, nonché all’amministrazione delle aziende, dovendo tenere conto di quando possono essere detassati. Partiamo dal fatto che i rimborsi chilometrici, avendo natura analitica – seppure nei limiti precisati dalla circolare 326/1997 e ancorati alle tariffe Aci (di cui vi abbiamo scritto qui), non concorrono a formare il reddito del lavoratore quando opportunamente documentati.

Ogni altro rimborso, rispetto al vitto, all’alloggio, all’indennità chilometrica, nonché ai biglietti di viaggio è assoggettato interamente a tassazione quale reddito di lavoro dipendente, esclusi da tassazione anche quando la trasferta è extra-comunale.

Rimborsi spese dei parcheggi

Il 31 gennaio scorso, l’Agenzia delle Entrate ha risposto a un’istanza di consulenza giuridica (la N°5) riguardante i rimborsi spese relativi ai parcheggi effettuati dai dipendenti durante le trasferte al di fuori del territorio comunale.

Queste indennità, essendo relative a spese diverse da quelle di viaggio, trasporto, vitto e alloggio, vanno assoggettate interamente a tassazione in capo al dipendente, sempre che non siano inquadrabili come ulteriori rimborsi di ‘altre spese’, anche non documentabili. Per i quali è prevista la detassazione fino a una certa soglia, in caso di metodo analitico.

Per riepilogare, secondo il parere dell’Agenzia, i rimborsi spese di parcheggio:

– sono interamente tassati laddove il datore di lavoro abbia adottato i sistemi del rimborso forfettario e misto

– rientrano tra le “altre spese” (in aggiunta a quelle di viaggio, trasporto, vitto e alloggio) escluse dalla formazione del reddito di lavoro dipendente fino all’importo massimo giornalieri di 15,49 euro nei casi di rimborso analitico. Per le trasferte all’estero si consideri la somma di 25,82 euro.

Tutti gli approfondimenti su leggi e normative sono nella nostra rubrica DuraLex: tra i più recenti l’interessante procedura per estinguere le multe senza sanzioni, da attuare entro il 30 aprile 2019.

Classe B Mercedes
Precedente

Mercedes Classe B ideale per le flotte: sportiva, tecnologica e donna

via elettrica di Peugeot
Successivo

La via elettrica di Peugeot: a Ginevra il Leone volta pagina