Auto

Addio Europa, Infiniti va in Nordamerica e Cina

Brexit e attacchi al diesel sono le cause del ritiro di Infiniti dall’Europa all’inizio del 2020. Il marchio di lusso del gruppo Nissan ha deciso di concentrarsi su Nordamerica e Cina, presentando un piano di riorganizzazione a favore di questi grandi mercati. L’anno scorso, in Europa, le vendite si erano dimezzate, a 5.800 auto.

E’ lo stesso brand, nato a fine Anni Ottanta negli States in risposta alla Lexus di Toyota, ad annunciare la ritirata, parte di un programma che prevede l’elettrificazione del suo portfolio a partire dal 2021 “con l’interruzione dell’offerta di modelli diesel e l’impiego delle risorse in opportunità più fruttuose”, si legge in una nota.

“Il piano di riorganizzazione non avrà alcun impatto sulle operazioni in corso in Europa orientale, Medio Oriente, Asia e Oceania che continueranno a crescere – prosegue la comunicazione -, mentre ci stiamo adoperando per offrire opportunità di lavoro alternative ai dipendenti che saranno coinvolti dal cambiamento, consultandosi con i rappresentanti degli stessi solo dove necessario, individuando nuove possibilità di inserimento e formazione”. Inoltre, la casa concorderà con la propria rete di vendita le azioni necessarie a garantire la fine degli accordi di franchising, con l’obiettivo di assicurare una fluida transizione.

Nei prossimi cinque anni in Cina produrrà cinque nuovi veicoli, mentre in America aumenterà la produzione di Suv. Nella fabbrica di Sunderland, nel Regno Unito, la produzione della Q30 e della QX30 verrà interrotta a metà di quest’anno. Qui vi avevamo scritto delle compatte di casa Nissan.

Le vendite, invece, rimarranno attive finché non sarà messo in atto un piano di transizione specifico, relativo ai servizi post-vendita, tra cui assistenza alla clientela, manutenzione dei veicoli e riparazione dei modelli in garanzia. Verrà creata un’area dedicata, sul sito web, per rispondere ai clienti.

La carica innovativa va, dunque, a concentrarsi su EV e mercato a stelle e strisce. A Detroit, lo scorso gennaio è stata presentata la nuova concept QX Inspiration. Espressione della dichiarazione d’intenti per il futuro elettrico ad alte prestazioni. “QX Inspiration rappresenta l’inizio di una nuova era e un’anticipazione di dove vogliamo andare con il marchio. La tecnologia ci ha dato l’opportunità di evolvere la nostra filosofia del design e questo nuovo veicolo comunica la ‘forza serena nel nostro nucleo’”, aveva commentato Karim Habib, direttore esecutivo del design.

 

Arval
Precedente

Inchiesta Arval sui plus del noleggio

Mondeo wagon ibrida
Successivo

Ford Mondeo debutta con la wagon ibrida