Studi/Sondaggi

Ritorna la voglia di auto?

Frenano le vendite di tablet, gli Applewatch non hanno avuto il successo sperato e….le auto ritornano a vendere. In tutta Europa ma anche negli Stati Uniti e, naturalmente, in Asia. In Europa vi sono state oltre 7,4 milioni di immatricolazioni nei primi sei mesi dell’anno, con un più 8,2% sullo stesso periodo 2014, con gli Stati Uniti a mettere a segno numeri record: 17,8 milioni di auto vendute, di cui 14,2 milioni dai privati, superando i 13,6 milioni attesi. Tra i produttori la Ford ha messo a segno un incremento dell’1,6% mentre Fiat-Chrysler cresce dell’8%, registrando il miglior dato dal giugno 2006.

Proprio Fca ha brillato anche in Europa, superando la media del mercato secondo i dati Acea; più 18,1% a giugno 2015 sullo stesso mese del 2014, con oltre 85 mila vetture vendute, conquistando quote di mercato; dal 6,1% di 12 mesi fa al 6,3% di oggi. In attesa del rilancio dell’Alfa Romeo, con immatricolazioni calate del 4,3%, quelle a marchio Fiat sono cresciute del 14,8%, con le Jeep a una perfomance del 192,6%, e Maserati a più 10%, mentre le Lancia/Chrysler sono a meno 6,2%. Nel primo semestre invece, il gruppo Fca ha fatto segnare una crescita delle immatricolazioni del 12,9%, con la quota di mercato aumentata al 6,5% dal precedente 6,2%. Fca ha superato i dati di mercato in quasi tutti i paesi: più 20,1% initalia (mercato a più 14,4%), più 15,9% in Germania (in generale a più 12,9%), più 22,8% in Francia (più 15% del mercato) e più 26,2% in Spagna (più 23,4% il mercato). In altri paesi boom di immatricolazioni di mercato in Portogallo a più 33,9% mentre gli unici paesi a segno meno sono l’Irlanda (meno 14%) e la Finlandia (meno 2,5%).

Bene le vendite anche delle altre case. Quelle del gruppo Psa da gennaio a giugno crescono in Europa del 2,9%, con le ottime perfomance dei modelli Peugeot 308, Citroen C4 e DS5, con un più 2,2% anche in Cina e in Sud Est Asiatico. Restando in territorio transalpino bene anche la Renault, che cresce del 9,3% raggiungendo in Europa la quota di mercato del 10,2% (autovetture + veicoli commerciali), soprattutto grazie alle performance del sud del Continente, con i modelli Clio, Captur, Twingo, Trafic e Master. Ottimo l’andamento in Spagna e in Italia con immatricolazioni cresciute rispettivamente del 30,9% e del 24,4% . Infine Skoda cresce del 4,2%, grazie a Fabia e Superb, Bmw del 7,8%, Mercedes del 14,7%, Opel del 3%….Insomma che la voglia d’auto sia tornata anche per le nuove generazioni nel vecchio continente?

Precedente

La nuova Pulsar sulle vie di Leonardo. Strizzando l'occhio alle flotte

Successivo

Gli europei vanno in vacanza in auto. Ma occhio ai pneumatici!