AutoGreenSguardo sul futuro

Tonale, la concept Alfa Romeo per il debutto elettrico

A 109 anni dalla fondazione dell’azienda, le Alfa Romeo fanno ancora girare la testa agli appassionati di auto. E in certi casi “bisogna togliersi il cappello”, come disse nel 1939 Henry Ford parlando delle vetture del Biscione. Se al Salone di Ginevra di cappelli se ne sono visti pochi, di teste girate verso il nuovo concept Tonale ne sono apparse molte.

Ecco il modello del domani di Alfa Romeo, una Tonale che dà il benvenuto alla Casa del gruppo FCA all’interno del mondo delle vetture con motore elettrico. In particolare, l’auto è il primo modello ibrido plug-in e utility vehicle compatto.

Dimensioni compatte e design italiano. In altre parole: stile tipicamente Alfa Romeo

Le dimensioni “compatte” della concept car in mostra  Ginevra (le virgolette sono d’obbligo, visto che misura  4,4 m rispetto ai 4,68 m della Stelvio. Leggi di più del suv di casa Alfa) e il design degli arredi interni riflettono lo stile Alfa Romeo anche se poco rimane, all’orecchio di chi sente e alla sensibilità di chi guida, delle caratteristiche delle auto del Biscione che per anni hanno fatto parte dei mezzi delle forze dell’ordine: muscolose in rapporto alla cilindrata, scattanti e dal rumore inconfondibile.

Guardando nei dettagli la vettura, la prima cosa che salta all’occhio sono le ruote “teledial“: il design del cerchio da 21” di Tonale richiama questo concetto del “disco telefonico” (ricordato dagli over 40) attraverso una struttura architettonica leggera, che richiama al passato più ancora delle forme sinuose delle fiancate, le quali fanno pensare alla Duetto o alla Disco Volante Spider versioni “anni Duemila”. La parte anteriore ripropone l’inconfondibile “Trilobo” e il distintivo logo Alfa Romeo , punto di forza insieme ai classici fanali “3 più 3” che ricordano la SZ e la Brera.

Alfa Romeo Tonale: sul mercato dal 2020

In attesa di poterla vedere sulle strade italiane – la commercializzazione è prevista per il 2020 – il Salone dell’auto di Ginevra ha dato un’anteprima. Se della parte anteriore si è già detto, ecco la posteriore, con un lunotto avvolgente, un tetto trasparente e fanali che ricordano un segno grafico.

Gli interni di Tonale si ispirano alla storia racing di Alfa Romeo. Così come la tecnologia, basata su uno schermo da 12,3 pollici  totalmente digitale e su un’unità principale touchscreen da 10,25 pollici. E’ qui il fulcro dell’infotainment “utile ma non invasivo” e strumento di connessione all’Alfa Romeo Lifestyle e alle community social, implementate e presentate attraverso le nuove funzionalità “Alfista” (app di bordo) e “Paddock” (app correlata col merchandising).

Non poteva mancare un accenno al motore. Anzi ai motori, visto che saranno due. Uno elettrico posteriore da 60 CVe autonomia di 50 km e uno termico anteriore da 130 o 180 CV, gestibili con modalità “Dynamic” e “Dual Power“, “Natural” (per le performance dei 2 propulsori) e “Advance Efficiency” in caso di utilizzo full electric.

In questo video la presentazione durante il Salone svizzero con l’annuncio “Tonale, la forma del futuro di Alfa Romeo”.

Repower White Paper
Precedente

Da Repower il terzo White Paper sulla mobilità sostenibile

mobilità sostenibile
Successivo

La mobilità sostenibile è un cambio di paradigma