Apre ad Abu Dhabi il centro culturale Al Hosn

Con l’apertura di Al Hosn Abu Dhabi rafforza la sua vocazione di destinazione per il turismo leisure e business. Il monumentale complesso architettonico inaugurato il 7 dicembre è destinato infatti a diventare un’attrazione con la quale i planner potranno arricchire il programma di eventi e viaggi incentive (leggi qui la presentazione del centro culturale).

Al Hosn è composto da 4 strutture interconnesse: lo storico Qasr Al Hosn Fort, il National Consultative Council, la Fondazione Culturale e la Casa degli Artigiani.  Il Qasr Al Hosn comprende 2 edifici iconici: il Forte Interno risalente al 1795 circa e il Palazzo Esterno, eretto negli anni ’40 dello scorso secolo. Trasformato in un museo dopo molti anni di lavori di ristrutturazione e conservazione rigorosa, il Qasr Al Hosn è un monumento che traccia la storia dello sviluppo della città che da villaggio di pescatori di perle nel XVIII secolo si è trasformata nella moderna metropoli globale che è oggi. Il sito di Al Hosn è stato progettato per reinstallare il Forte di Qasr Al Hosn in un paesaggio costiero, celebrando contemporaneamente l’urbanizzazione giunta insieme alla rapida crescita della città; un omaggio al patrimonio e all’identità degli Emirati, tra passato e presente.

La programmazione pubblica nella zona del Forte di Qasr Al Hosn includerà tour specializzati, come quelli focalizzati sull’archeologia e i tour architettonici, rievocazioni di aspetti della vita quotidiana e rituali del Forte.

Apre ad Abu Dhabi il centro culturale Al Hosn: la destinazione si è appena aggiudicata 4 grandi congressi internazionali

È anche grazie ai suoi costanti investimenti in strutture e infrastrutture Abu Dhabi è sempre più gettonata dai turisti e dagli organizzatori di eventi. Nel solo mese di ottobre gli hotel della città hanno accolto 4.823 visitatori italiani (+12% rispetto a ottobre 2017) e oltre 1.100.000 visitatori internazionali (+5% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno) e da gennaio a ottobre gli arrivi internazionali sono stati 4.126.072 (+4% rispetto allo stesso periodo del 2017).

Per quanto riguarda il settore MICE, è di questi giorni la notizia che, grazie alla candidatura congiunta di Abu Dhabi National Exhibitions Company e Abu Dhabi Convention Bureau, la destinazione si è aggiudicata 4 importanti congressi internazionali. Per la prima volta si terranno nella regione del Medio Oriente il Congresso Mondiale di Nefrologia (2020, 4mila delegati), la Conferenza Annuale del Congresso Internazionale dell’International Society for Pediatric and Adolescent Diabetes (2020), l’International Baccalaureate (IB) Africa, Europe, Middle East Global Conference (2019) e il Congresso Mondiale dell’Associazione Mondiale per la Riabilitazione Psicosociale (2021). Leggi qui la classifica delle destinazioni più competitive come sedi di congressi.

Global Economic Significance of Business Events
Precedente

L’impatto economico globale del mice è di 1,5 trilioni

Waldorf Astoria
Successivo

Lanciata la partnership tra Aston Martin e gli hotel Waldorf Astoria