Classifica ICCA delle città e delle destinazioni congressuali

Stati Uniti, Germania e Francia. Sono queste le 3 destinazioni che lo scorso anno hanno ospitato il maggior numero di congressi internazionali. A comunicarlo è l’International Congress and Convention Association-ICCA attaverso il suo Country and City Rankings, il report statistico annuale che rileva le performance di nazioni e città nel mercato dei congressi promossi dalle associazioni.

Al di là delle classifiche, il report conferma lo stato di buona salute del settore associativo. Nel 2018, infatti, si sono svolti globalmente 12.937 congressi con un aumento di 379 rispetto al 2017. Il dato, così come le classifiche, va letto però in maniera critica. Come sottolinea la stessa ICCA, il report non considera tutti i congressi ma solo i congressi internazionali promossi dalle associazioni con più di 50 partecipanti che si svolgono a cadenza regolare in differenti destinazioni, in base al principio della rotazione fra almeno 3 diversi paesi. Ne deriva che il reale posizionamento di una città così come di una nazione nel mercato degli eventi e dei congressi non può essere rilevato esclusivamente con i numeri di ICCA ma incrociando i report che considerano gli eventi promossi dalle aziende (il segmento corporate), dagli enti e dalle istituzioni e i congressi che non rientrano nei parametri considerati da ICCA.

Classifica Icca delle destinazioni: Stati Uniti ancora sul podio

Fatta questa premessa, passiamo alle classifiche. Per quanto riguarda quella dei 20 paesi che hanno ospitato il maggior numero di congressi, gli Stati Uniti con 947 congressi si confermano saldamente al primo posto della top ten, posizione che occupano da oltre due decenni. La Germania con 642 rimane al secondo posto mentre la Spagna con 595 scalza il Regno Unito e si conquista il terzo posto. La Francia sale di due posizioni e si aggiudica il quarto posto, il Regno Unito retrocede al quinto e l’Italia con 522 congressi ospitati (515 nel report 2017) perde una posizione piazzandosi al sesto posto. Seguono poi nella top ten Giappone e Cina, rispettivamente al settimo e ottavo posto, i Paesi Bassi e, ultimo, il Canada. Uscendo dalla top ten, il Portogallo rimane all’undicesimo posto, la Corea sale al dodicesimo mentre Australia e Svezia salgono rispettivamente al tredicesimo e quattordicesimo. Il Belgio si posiziona quindicesimo, l’Austria scende di quattro posizioni e diventa sedicesima seguita, in ordine, da Brasile, Argentina, Polonia e, ultima, Svizzera.

Classifica ICCA delle destinazioni

Paese # Congressi
1 U.S.A. 947
2 Germania 642
3 Spagna 595
4 Francia 579
5 Regno Unito 574
6 Italia 522
7 Giappone 492
8 Cina 449
9 Paesi Bassi 355
10 Canada 315
11 Portogallo 306
12 Corea 273
13 Australia 265
14 Svezia 257
15 Belgio 252
16 Austria 240
17 Brasile 233
18 Argentina 232
19 Polonia 211
20 Svizzera 208

 

Classifica delle città: nessuna italiana presente

Per quanto riguarda il ranking delle città “più congressuali” del mondo, non c’è nessuna italiana. Roma, che lo scorso anno si era piazzata al ventesimo posto con 20 congressi, esce dalla classifica dominata da Parigi (212 congressi) seguita da Vienna (172) e, al terzo posto, da Madrid (165). Barcellona – prima nella scorsa edizione della classifica – , si deve “accontentare” del quarto posto, seguita in ordine da Berlino, Lisbona e Londra. Rimanendo nella top ten, Singapore è ottava precedendo Praga e Bangkok che sale così di ben sette posti. Passando alle posizioni dall’undicesimo al ventesimo posto, Buenos Aires rimane saldamente all’undicesimo, Hong Kong sale di una posizione e diventa dodicesima mentre Amsterdam risale dal sedicesimo al tredicesimo gradino. Seoul è al quindicesimo posto, Copenhagen al sedicesimo seguita da Bruxelles, Dublino, Stoccolma. Budapest e Taipei chiudono pari merito il ranking al ventesimo.

 

Classifica ICCA delle città

Città # Congressi
1 Parigi 212
2 Vienna 172
3 Madrid 165
4 Barcellona 163
5 Berlino 162
6 Lisbona 152
7 Londra 150
8 Singapore 145
9 Praga 136
10 Bangkok 135
11 Buenos Aires 133
12 Hong Kong 129
13 Amsterdam 123
Tokyo 123
15 Seul 122
16 Copenhagen 120
17 Bruxelles 112
18 Dublino 104
19 Stoccolma 103
20 Budapest 100
Taipei 100

 

Sempre in tema di classifiche, leggi qui Le città più competitive del mondo come sedi congressuali e Le destinazioni per eventi più richieste del 2019.

Italy at Hand
Precedente

Italy at Hand a Roma: la meeting industry promuove il Belpaese

fiere
Successivo

Bene le fiere italiane, così spiega l’osservatorio Aefi