Comodità, Sicurezza, Facilità di guida. Queste le parole d’ordine su cui si è progettato l’ultimo Suv di Casa Opel, il primo uscito dai designer di Russelheim dopo l’entrata nel mondo Psa. A cui strizza l’occhio con questo nuovo veicolo che riprende alcuni stilemi del successo della Peugeot 3008, ma con la consueta solidità tedesca.  Una solidità per il Grandland X versione Ultimate, quello che abbiamo provato noi, con motorizzazione 1.6 a gasolio, che piacerà anche alle flotte, visto lo sdoganamento nelle car list di questa tipologia di auto, arricchita da tanta tecnologia. Ecco quindi la telecamera con visione a 360°,  i fari full led con adaptive forward lighting, che aumentano la luminosità del 30% rispetto ai fanali tradizionali e che adattano il fascio di luce a secondo della strada percorsa, il sistema audio premium sound system Denon, l’Intelligrip, con il quale selezionare tra cinque modalità di guida (Normal, Snow, Mud, Sand e senza controllo di trazione) adattando così la distribuzione della coppia alle ruote anteriori e consentendo lo slittamento delle ruote se necessario. Infine di grande qualità il servizio di connettività e assistenza OnStar per avere un assistente personale 24 ore su 24, dalla prenotazione degli hotel alla diagnostica del veicolo, ma anche per la sicurezza dei viaggiatori, anche in caso di incidente, nonché avere sempre a disposizione un hotspot Wi-Fi per tutti gli occupanti dell’auto.

Tecnologie a cui si aggiunge la frenata automatica di emergenza con rilevamento pedoni, l’Automatic Cruise Control, il Sistema per la prevenzione dei colpi di sonno (Driver Drowsiness Alert) o l’Advanced Park Assist, quest’ultima sull’allestimento Ultimate, che comprende anche il parabrezza ThermoTec riscaldabile, il sedile guidatore ergonomico con certificazione AGR, i sedili anteriori riscaldabili, così come il volante, e il sistema di ricarica wireless per smartphone, facilmente integrabile al sistema di infotainment IntelliLink grazie ad AppleCarPlay e Android Auto, gestibile dal navigatore da 8” con schermo touchscreen. Dotazioni di sicurezza che hanno premiato il Grandland X con le cinque stelle Euro NCAP,  sicurezza che piace certamente anche a Driver e ai Travel manager. Ai quali piacerà anche i bassi costi di utilizzo e di manutenzione. Il motore diesel 1.6 da 120 CV (per chi vuole più potenza in gamma vi è anche il 2.0 da 177 CV) con Start&Stop, naturalmente Euro 6, abbinato a una trasmissione automatica dotata di tecnologia Quickshift, per una grande fluidità di cambiata anche in modalità manuale, promette consumi che vanno dai 4,3 ai 4,6 litri di gasolio per 100 chilometri nel ciclo misto con emissioni di Co2 da 112 a 118 gr per Km. Propulsore che spinge l’auto fino a 185 km/h, con un accelerazione 0/100 in 11,8 secondi, con una coppia massima di 300 nm.

L’auto che abbiamo provato noi era bicolore, molto di moda oggi soprattutto nel mondo Suv e Crossover nel quale il Grandland X si va a posizionare nell’affollato segmento C, con interni eleganti di misto tessuto/ecopelle Morrocana. Il design è piuttosto filante, con un bel posteriore con scarichi integrati, che si distribuisce su 4,477 metri, per un passo di 2,675 metri e una larghezza di 1,595 metri. Interessante lo spazio del bagagliaio, che si apre in modalità hands free con il solo movimento del piede, con una capienza da 514 litri, che raggiunge facilmente i 1.652 litri abbattendo i sedili posteriori con il sistema FlexFold.

Partendo da una buona tradizione della Casa nei valori residui, Astra e Insignia docet, la Grandland X per le flotte è possibile noleggiarla oltre che con le principali società di Noleggio a Lungo termine anche con Opel Renting, l’Nlt offerto da Opel attraverso la sua rete di concessionarie, proposte in due versioni, Base e Ultra. Per la manutenzione il costruttore propone invece Opel Flexcare for Fleet, tre soluzioni per gestire nella massima tranquillità la propria flotta; si parte dalla Opel Flexcare Base per stendere la garanzia di 4 anni, la Silver, che prevede l’assistenza stradale e la manutenzione ordinaria, e la Gold, con la quale introduce la manutenzione straordinaria. Insomma Opel non ha asciato nulla al caso per soddisfare le esigenze delle flotte, a cui propone ora anche una gamma completa nel mondo Suv, con Grandland X, Crossland X e Mokka X.

Buon Suv allora!