MissiOnewsTrasporti

Ryanair, Turkish e American ancora regine nell’orario invernale 18/19

Consueta e interessantissima analisi del sito specializzato nel trasporto aereo anna.aero sull’orario invernale 18/19 per la quale ha preso in considerazione il network dei vettori di una settimana tipica di gennaio. Che segue quella sull’orario estivo appena terminato (leggila qui).  I risultati mostrano che Ryanair offrirà il maggior numero di rotte con più di 1.350, mentre Turkish Airlines servirà il maggior numero di paesi e American Airlines il maggior numero di aeroporti. Stessi vettori leader nelle tre categore prese in considerazione anche lo scorso anno.

Ryanair trionfa per numero di rotte nell’orario invernale 18/19

Ryanair servirà più rotte di qualsiasi altra compagnia aerea durante la settimana che inizia l’8 gennaio 2019, scelta da anna.aero perché non dovrebbe comprendere i voli speciali durante le feste di Natale e Capodanno, includendo però i collegamenti stagionali per le nevi. La low cost irlandese ha aumentato dell’11% il suo portafolio di rotte invernali, ovvero 142 in più. Precedendo le BigThree statunitensi, American, Delta Air Lines e United. Cinque delle 15 compagnie aeree che offrono la maggior parte delle rotte di quest’inverno hanno sede in Europa (evidenziate in blu), mentre altre cinque sono registrate in Nord America (evidenziate in rosso). Il restante terzo (evidenziato in verde) comprende quattro operatori cinesi e uno sudamericano. Cinque dei 15 principali operatori che offrono la maggior parte delle rotte sono Low cost, quattro delle quali sono europee, a cui si aggiunge Southwest Airlines. Tra le big 15 le sole a tagliare delel rotte sono  Delta, meno 3, e Turkish, a meno cinque.

Fonte: OAG. Solo voli diretti per la settimana che parte l’ 8 gennaio 2019 vs la settimana del 9 gennaio 2018.

E’ sempre Turkish Airlines a servire il maggior numero di paesi nell’orario invernale 18/19

Turkish Airlines si posiziona ancora una volta in testa alla classifica come la compagnia aerea che serve la maggior parte dei paesi, ben 30 in più rispetto al secondo posto occupato da Air France, mantenendo lo stesso vantaggio sulla compagnia di bandiera francese della stagione 17/18. Turkish Airlines ha aggiunto Gambia, Sierra Leone e Zambia alla sua rete. I tre principali vettori che offrono la maggior parte dei paesi e cinque tra i top 15 hanno sede in Europa (evidenziati in blu). Le altre compagnie aeree tra i top 15 includono le tre big del Golfo (evidenziati in arancione) e i quattro grandi vettori nordamericani (evidenziati in rosso). Il resto comprende due operatori africani e la russa Aeroflot. È interessante notare che non ci sono compagnie aeree della regione Asia-Pacifico, che comprende due dei mercati del trasporto aereo in più rapida crescita al mondo, ovvero Cina e India. Sebbene gli operatori di entrambi i paesi stiano aumentando i collegamenti internazionali, nella maggior parte dei casi queste si focalizzano sui mercati domestici. Ethiopian Airlines, la compagnia africana più grande del Continente (leggi qui) ha aggiunto la maggior parte dei paesi rispetto alla winter 17/18 con 10 mercati in più. Ciò include l’aggiunta di voli nella Repubblica Centrafricana da parte di Tchadia Airlines, un nuovo operatore regionale con sede all’aeroporto di N’Djamena in Ciad, posseduto al 49% dal vettore etiope e che opera sotto il codice di volo ET. Tre tra le top 15 (British Airways, Qatar Airways e Royal Air Maroc) hanno mantenuto il loro network, mentre altre tre hanno ridotto il numero di paesi serviti, tra cui i tagli maggiori, quattro,  sono arrivati da Etihad Airways.

Fonte: OAG. Solo voli diretti per la settimana che parte l’ 8 gennaio 2019 vs la settimana del 9 gennaio 2018.

E’ American Airlines la regina per i maggior numenro di scali serviti nell’orario invernale 18/19

I big three statunitensi occupano il podio nella classifica della maggior parte degli aeroporti serviti,  le stesse posizioni che avevano nel periodo equivalente dello scorso anno. Molti dei quali, naturalmente, domestici, visto che proprio gli Stati Uniti sono il paese con più aeroporti nel mondo (leggi qui). Delta ha la maggior parte degli aeroporti statunitensi nel suo network, mentre American Airlines ha esteso il suo vantaggio di aeroporti serviti sul secondo classificato, ovvero United Airlines, passando dai cinque dello scorso inverno agli otto della Winter 18/19. I primi 15 vettori includono quattro dal Nord America (evidenziato in rosso), sei dall’Europa (evidenziato in blu), più tre dalla Cina e uno ciascuno dalla Russia e dal Qatar. Ryanair è l’unica low cost  a figurare tra i vettori più importanti per aeroporti serviti.

Tredici tra i top 15 hanno aggiunto degli aeroporti nella Winter 18/19, con l’Aeroflot ad aggiungerne ben 18 aeroporti, China Southern Airlines e Qatar Airways 11. Gli unici vettori di primo piano che hanno ridotto  il numero di aeroporti serviti quest’inverno sono stati Delta (quattro aeroporti in meno) e British Airways (uno in meno).

Fonte: OAG. Solo voli diretti per la settimana che parte l’ 8 gennaio 2019 vs la settimana del 9 gennaio 2018.

Cancellazione hotel
Precedente

HRS: nuove politiche di cancellazione hotel, penali in aumento

percorso biometrico
Successivo

Emirates lancia il primo percorso biometrico al mondo