Senza categoria

Programma Breathelife OMS, cosa respiriamo quando viaggiamo?

Programma Breathelife dell’OMS, cosa respiriamo quando viaggiamo? L’OMS e il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente hanno realizzato uno strumento che dai ai business traveller e ai viaggiatori tutti un radar che controlla l’aria nelle destinazioni più gettonate nei viaggi, in particolare proprio per quelli corporate (vedilo qui). Quante volte avete sentito i pericoli dell’inquinamento nelle città indiane o cinesi (vedi qui ad esempio la mappa delle città più inquinate del Celeste Impero).

Programma Breathelife dell’OMS, cosa respiriamo quando viaggiamo?

Secondo l’OMS, l’80% delle città del mondo supera i valori limite per la qualità dell’aria sicura. Per sensibilizzare i viaggiatori d’affari e dare loro una migliore visibilità dell’aria che respirano, l’OMS e le Nazioni Unite lanciano hanno lanciato il programma Breathelife e una campagna che include un radar per il monitoraggio dei livelli di inquinamento atmosferico in 4mila città in tutto il mondo. Tra chi partecipa in Italia le regioni, e le rispettive città, di Lombardia e Puglia. L’obiettivo: “mobilitare le città e gli individui per proteggere la nostra salute e il nostro pianeta dall’inquinamento atmosferico”.  Un inquinamento che colpisce tutte le regioni del mondo. Tuttavia, le popolazioni delle città a basso reddito sono le più colpite. Secondo l’ultimo database sulla qualità dell’aria, il 97% delle città dei paesi a basso e medio reddito con più di 100mila abitanti non rispetta le linee guida dell’OMS sulla qualità dell’aria. Nei paesi ad alto reddito, questa percentuale però scende al 49%. Negli ultimi due anni, il database – che attualmente copre più di 4300 città e insediamenti in 108 paesi – è quasi raddoppiato, con un numero sempre maggiore di località che misurano i livelli di inquinamento atmosferico e riconoscono gli impatti associati sulla salute. Con il calo della qualità dell’aria, il rischio di ictus, malattie cardiache, cancro ai polmoni e malattie respiratorie croniche e acute, compresa l’asma, aumenta per le persone che vi abitano. Un inquinamento che, come anche noi abbiamo sempre scritto, non riguarda solo il traffico automobilistico (leggi qui).

Convention Welcome
Precedente

Convention Welcome, prove tecniche di Business Travel

Elbers a rischio
Successivo

Tornado Ben Smith in Air France-KLM, Elbers a rischio