Food & ServicesMissiOnewsTrasporti

Sciopero generale del 27 ottobre. Anche per Ryanair

Sciopero generale del 27 ottobre per il settore pubblico e privato, che colpirà oltre ai trasporti pubblici anche treni, aerei, scuole e sanità. L’agitazione è stata proclamata per  “Abolire le disuguaglianze salariali, sociali, economiche, di genere e quelle nei confronti degli immigrati; aumenti salariali, riduzione generalizzata dell’orario di lavoro e investimenti pubblici per ambiente e territorio; pensione a 60 anni o con 35 anni di contributi; abolire la legge Fornero; fermare le privatizzazioni e le liberalizzazioni; garantire il diritto universale alla salute, all’abitare, alla scuola, alla mobilità pubblica e tutele reali di reddito per i disoccupati; difendere il diritto di sciopero con l’abolizione delle leggi che lo vincolano; rigettare l’accordo truffa del 10 gennaio 2014 sulla rappresentanza; contrastare ogni tipo di guerra e le spese militari” fanno sapere i sindacati in una nota.

Sciopero generale del 27 ottobre; colpito pesantemente il trasporto

Lo sciopero generale del 27 ottobre nel settore aereo colpirà i servizi di Enav, ma anche del personale navigante di diverse aziende, tra cui anche quelli di Ryanair, il vettore irlandese nella bufera per le tante cancellazioni effettuate nei mesi invernali (leggi qui). Per quel che riguarda il trasporto ferroviario i dipendenti addetti al trasporto passeggeri di Trenitalia, Trenord e Ntv incroceranno le braccia dalle ore 21.00 del 26 ottobre alle ore 21.00 del 27 ottobre per 24 ore di protesta. Come di consueto vi sarà un servizio minimo assicurato per i treni soprattutto per i treni a lunga percorrenza.

Clicca qui per vedere tutti i comparti e gli orari interessati dallo sciopero

programma MilleMiglia
Precedente

Alitalia lancia il nuovo programma MilleMiglia ed estende il vecchio

Tokyo la più sicura al mondo
Successivo

Economist: Tokyo è la città più sicura al mondo