MissiOnewsTech & WebTMC

Sodexo spinge sul Travel management con Rydoo

Dopo l’acquisizione simultanea di iAlbatros e Xpenditure nel marzo 2017 (leggi qui) , l’offensiva di Sodexo nel mercato dei viaggi d’affari prosegue con il lancio di Rydoo (vedilo qui), una nuova soluzione che fa nascere un nuovo soggetto nel mondo del Travel management. Una soluzione digitale che si basa su due pilastri, Rydoo Travel e Rydoo Expense, sviluppo delle due start up recentemente acquisite. Rydoo Travel si occupa di prenotazioni aeree, ferroviarie e alberghiere con circa 800mila strutture databesizzate e un pagamento centralizzato che può essere configurato in base alla travel policy aziendale, mentre con Expense viene facilitata la gestione delle note spese, anche grazie alla possibilità di scattare una semplice foto dello scontrino con lo smartphone, senza nemmeno dover conservare il documento cartaceo.

Sodexo spinge sul Travel management con Rydoo, soluzione in abbonamento basata su due pilastri, le prenotazioni e i pagamenti con Rydoo Travel e la gestione delle note spese con Rydoo Expense

La soluzione presentata da Sodexo, società nata nel 1966 a Marsiglia oggi leader mondiale nei servizi di Qualità della vita presente in 80 Paesi tra cui anche l’Italia dal 1974, propone Rydoo con una prova gratuita di 14 giorni, potendola poi  utilizzare attraverso un abbonamento tra i 6 e i 10 euro al mese per utente attivo. Rydoo si basa su una piattaforma di intelligenza artificiale, “una soluzione unica”, spiega il Ceo Sébastien Marchon, sviluppato naturalmente attorno alle Travel policy aziendali. Il motore di ricerca di viaggi Maya, sviluppato da iAlbatros, è completato dalla società di report spese di Expenditure, che si basa sulle nuove offerte di dematerializzazione dei pagamenti. Questa attività di Mobilità e Spese, che attualmente rappresenta quasi il 10% del fatturato di Sodexo, mira a raddoppiare in cinque anni.

“Il nuovo strumento si concentra sulla semplicità, e sulla standardizzazione. Lasciamo la personalizzazione ad altri attori del mercato” spiegano i manager di Rydoo.  “L’83% delle compagnie non utilizza una soluzione di gestione dei viaggi e delle spese perché nessuna offerta copre tutte le fasi del viaggio, soprattutto per le pmi a cui noi ci rivolgiamo con questa soluzione” commenta Marchon, che precisa: “soluzione per aziende con spese di viaggio tra i 200mila euro e un milione di euro all’anno, spesso gestiti su un foglio di calcolo Excel. Il nostro principale concorrente quindi è il foglio di carta o quello elettronico. Non sono insomma  né le TMC, né società come Concur o KDS, poiché copriamo tutti gli aspetti da soli”.

Appena lanciata sul mercato dei viaggi d’affari, Rydoo è già orientata verso le fasi successive del suo sviluppo, che prevede le prenotazioni di taxi e Ncc che dovrebbero essere integrate entro la fine dell’anno. Proprio come le piattaforme di accomodation alternative come Airbnb o anche l’implementazione di una chatbot per fluidificare l’esperienza dell’utente, che può già utilizzare un call center per aiutare l’utilizzo della piattaforma.

AccorHotels in Air France
Precedente

AccorHotels in Air France? Intanto arrivano nuove minacce di sciopero

Air Transat festeggia
Successivo

Air Transat festeggia i 30 anni da Roma. Bt nel mirino