AccomodationMissiOnewsSenza categoria

Sofitel da luglio apre a Villa Borghese

A Roma, il primo luglio riapre il Sofitel Villa Borghese dopo un completo restyling a cura dell’architetto Jean-Philippe Nuel. 78 le camere e suite, un nuovo centro fitness, un programma di benessere creato ad hoc e tre sale per eventi e meeting: questi i punti salienti di una struttura che per posizione si candida a indirizzo leisure e business travel.

Sofitel

Il rooftop

Sul rooftop della nuova struttura, il ristorante “Settimo” sui giardini di Villa Borghese e sulla Basilica di San Pietro. La cucina è firmata dall’anima creativa dell’executive chef Giuseppe D’Alessio e prevede piatti d’autore contemporanei che prendono spunto dalla “cucina povera” romana e da quella “Tripolina”.

L’ingresso dell’hotel sarà caratterizzato da un display cromatico dai colori vivaci, conferendo all’area lounge uno stile moderno con un tocco classico. Le camere hanno un’installazione sul soffitto che crea l’illusione di un cielo luminoso.

Il brand francese porta in Italia il programma benessere Sofitel Fit e il Sofitel MyBed Sleep Menu: quest’ultimo, un servizio che trasforma la propria sala da bagno in una lussuosa oasi privata di relax. Gli ospiti possono scegliere tra due bagni in omaggio. Un bagno terapeutico lenitivo con olii essenziali rilassanti, o un Bubble Bath, per un’esperienza energizzante e speciale.

Sofitel: il lusso Accor in un anno da ricordare

Brand di lusso del gruppo Accor, Sofitel ha contribuito a un anno storico per la catena francese. Tra nuove aperture e firme di alleanze, Accor ha impresso una forte accelerazione dell’offerta lifestyle dovuta principalmente all’acquisizione di 14 nuovi marchi. Sono state oltre 500 le acquisizioni di hotel nel 2018, 110 in più rispetto al 2017.

In totale sono state aggiunte 100mila nuove camere: “Mai prima d’ora, in tutta la sua storia, Accor ne ha inaugurate così tante”, commenta Gaurav Bhushan, Chief Development Officer.

Anche la loyalty è diventata lifestyle in casa Accor, leggilo qui.

Non solo hotel, anche appartamenti long stay

Il gruppo francese ha un presidio nelle residenze alberghiere per soggiorni di lunga durata (289 strutture esistenti e 65 in progetto) e abitazioni private (17 residenze esistenti e 51 in pipeline), con 28 marchi che offrono un prodotto residenziale. Nel 2018, ha aperto Adagio Amsterdam Amstelveen (151 appartamenti), è stato firmato il contratto del Pullman Living Accra City Airport (363 appartamenti) e di SO/Uptown Dubai Residences (215 appartamenti).

Rimborsi Jet Airways
Precedente

Rimborsi Jet Airways dopo lo stop a tutti i voli

scioperi
Successivo

Scioperi, il 3 maggio del trasporto aereo. Sindacati preoccupati per Alitalia