AccomodationFood & ServicesMissiOnewsPersonePolitica & EconomiaTech & WebTMCTrasporti

Terrore a Barcellona, la nostra solidarietà #BarcelonaStayStrong

Tredici morti e centinaia di feriti su una delle strade simbolo di Barcellona, ovvero le Ramblas, cinque attentatori morti a Cambrils nella notte, sventando così un secondo attentato che avrebbe potuto essere ancora più grave, visto che i cinque, a detta di alcuni testimoni, indossavano cinture esplosive. Insomma l’ondata di terrore scatenato dall’Isis che sta perdendo sul campo a Raqqa e a Mosul ha riniziato a colpire l’Europa. Mettendo nel suo mirino la Spagna, con Barcellona, una delle sue mete principi per il turismo. E per il viaggiatori d’affari. Al rientro tutti ci ritroveremo di nuovo ad affrontare questa Spada di Damocle. Soprattutto coloro che sono stati duramente colpiti. Con una lista di città prese di mira dall’insensatezza integralista islamica. Chissà che faccia faranno gli attentatori suicidi quanto scopriranno che quello che hanno fatto li porterà solo a bruciare nelle fiamme nell’inferno, a sparire in un nuvola di polvere o a vivere un’eternità di punizione e castigo. Perché coloro che fanno questo non meritano altro.

#BarcelonaStayStrong

Noi nel nostro piccolo portiamo la nostra solidarietà agli abitanti di Barcellona e della Catalogna e ai tanti amici che personalmente o grazie alle aziende per cui lavoriamo, abbiamo avuto l’onore di conoscere nella regione iberica: da Seat a Vueling, da Volotea a eDreams a tanti altri: #BarcelonaStayStrong.

 

Air Berlin
Precedente

Disastro Etihad in Europa, dopo Alitalia fallimento Air Berlin

Air Berlin va a Lufthansa
Successivo

Air Berlin verso Lufthansa, malgrado dieci pretendenti