MissiOnews

Trenitalia e mytaxi siglano accordo di collaborazione

Trenitalia e mytaxi hanno siglato una partnership volta a integrare il viaggio in treno con lo spostamento in taxi. La collaborazione tra la società di trasporto del Gruppo FS Italiane e la app per prenotare e pagare le auto pubbliche segna un importante traguardo nella realizzazione del piano industriale di Trenitalia, visto che renderà più comodo e veloce spostarsi tra le città italiane dove è previsto il servizio, vale a dire Milano, Roma e Torino.

Accordo tra Trenitalia e mytaxi, società del Gruppo Daimler

A firmare l’intesa tra Trenitalia e mytaxi, Andrew Pinnington, ceo di mytaxi, e il nuovo amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono. “Questo è il primo accordo che firmiamo in Europa con società ferroviarie” ha detto il manager nativo di Leeds. “In Italia siamo presenti dal 2015, quando a Milano abbiamo portato questo servizio nato nel 2009 in Germania e presente ora in 70 città di 11 paesi nel vecchio continente. L’obiettivo è consolidare dove siamo presenti, migliorare la penetrazione in Francia, dove abbiamo sempre trovato forti resistenze e puntare all’Europa dell’est in paesi come Repubblica Ceca e Ungheria” ha aggiunto a margine dell’evento di firma della partnership, parlando con Missionline.

Come funziona l’accordo? Si baserà su una promozione reciproca dei treni da parte di mytaxi e dei servizi di utilizzo dei taxi da parte di Trenitalia. I clienti di quest’ultimo potranno acquistare voucher scontati per l’utilizzo di mytaxi direttamente sul sito internet dell’azienda, aggiungendolo alla spesa del biglietto del treno. I 6,8 milioni di titolari della tessera CartaFreccia potranno accumulare un punto per ogni chilometro percorso inserendo il proprio codice fedeltà al momento della prenotazione di un taxi. Ulteriori dettagli saranno inseriti sia sulla app mytaxi sia sul portale Trenitalia.

Come promozione, fino al 31 ottobre prossimo gli utenti mytaxi potranno avere uno sconto del 50% in taxi su tutte le corse pagate via app che avranno come partenza o destinazione le stazioni di Milano Centrale, Garibaldi e Rogoredo e quella di Roma Termini, Tiburtina e Ostienese. Nei mesi successivi, sono previste nuove iniziative promozionali dedicate ai clienti Trenitalia, fruibili attraverso percorsi di prenotazione e acqisto interamente digitali, che consentiranno di testare l’efficacia e la qualità della nuova partnership.

“Dopo il consolidamento di Milano e Roma, a settembre siamo arrivati a Torino” ha detto Barbara Covili, general manager mytaxi Italia. “Nel 2018 il servizio sarà possibile anche in altre città italiane di cui per ora non posso fare il nome. Sicuramente il mio obiettivo è raggiungere il sud della Penisola”.

mytaxi conta 12mila taxi in Europa di cui oltre 2.500 in Italia. Nel 2014, il 76% dell’azienda è stata acquisita dal Gruppo Daimler (Mercedes) attraverso la società Mercedes Mobility Services. Il rimanente 24% è in mano ai fondatori.

Le paure in hotel secondo il CWT Safety & Security Study
Precedente

HRS e Secretary.it, un sondaggio sulle prenotazioni alberghiere

il vettore che strizza l'occhio ai Millenials
Successivo

Presentata Joon, il vettore che strizza l'occhio ai Millenials