MissiOnewsTrasporti

Vueling per viaggiatori business on a budget

I viaggiatori business on a budget raggiungono la quota del 30% per Vueling. La compagnia spagnola diretta in Italia da Susanna Sciacovelli opera 80 rotte nella Summer Season in Italia, che rappresenta il secondo mercato dopo la Spagna. In tutto, voleranno da e per il Belpaese su Barcellona 5,6 milioni di posti e cinque rotte nuove.

Da Firenze saranno attivi i collegamenti con Praga, Vienna, Monaco e Bilbao mentre Catania sarà collegata con Valencia. Vueling si conferma primo vettore low cost presso l’aeroporto di Roma Fiumicino con un’offerta di 41 direttrici e oltre 3 milioni di posti disponibili. “Un importante investimento che si consolida ulteriormente con il trasferimento nel terminal 1”, spiega la compagnia aerea. In particolare, da Fiumicino aumenteranno i collegamenti verso Parigi Orly e anche Charles de Gaulle. Tra Milano Malpensa e Parigi Orly verranno implementate 20 frequenze settimanali insieme a quelle verso Barcellona (39) e Bilbao (3).

Abbiamo chiesto al vettore di spiegarci il suo posizionamento nel business travel, ne emerge un profilo delineato sul risparmio delle spese di viaggio e anche alcune possibilità di combinare voli in connessione.

Che tipologia di viaggiatori utilizza Vueling per le trasferte di lavoro?

“Ci rivolgiamo a passeggeri per cui la priorità è viaggiare a costi contenuti, senza rinunciare a prodotti e servizi affidabili e coerenti. Vogliamo continuare ad offrir loro un’esperienza di viaggio lineare, di facile gestione ad un budget sempre conveniente”.

In che modo stanno cambiando l’offerta e i servizi per acquisire questo target di clienti?

“Puntiamo entro il 2023 ad essere la prima compagnia aerea low cost in Europa nel campo della customer experience. Ciò significa migliorare i propri servizi a bordo e soddisfare soprattutto le necessità di ogni tipo di viaggiatore. In particolare, per il passeggero business, Vueling ha introdotto dallo scorso settembre la tariffa Timeflex, perfetta per il viaggiatore che ha l’esigenza di cambiare volo quando lo desidera (possibilità di cambi illimitati e gratuiti) e di scegliere a bordo il posto più adatto per lavorare.  Inoltre, per offrire al passeggero business la massima agilità, questa tariffa include l’imbarco prioritario”.

In questo breve video di un minuto, la spiegazione dell’architettura tariffaria.

Vueling

A destra, Susanna Sciacovelli, direttrice di Vueling in Italia

La nuova politica sul bagaglio in stiva fa scegliere tra 4 diverse tipologie di peso: 15, 20, 25 e 30 kg. Per le formule Optima e per la tariffa Family è stato aumentato da 23 a 25 kg il peso consentito. Le novità non influiscono in alcun modo sul bagaglio a mano che, come prima, comprende una valigia da 10 kg, 1 borsa a mano e 1 borsa per gli acquisti in aeroporto.

Tra Barcellona e Roma Fiumicino vale la possibilità di combinare i voli in connessione “Vueling-to-Vueling”, con un unico check-in all’aeroporto di partenza, quindi ritirare direttamente i bagagli all’arrivo. Sono 120 le destinazioni servite dalla compagnia in tutta Europa, Africa e Medio Oriente.

In base a un recente accordo, gli iscritti presso l’Istituto Cervantes di Milano godono di speciali tariffe pensate da Vueling per “avvicinare” ancora di più la penisola iberica all’Italia.

La compagnia riconferma la sua presenza presso l’aeroporto di Bergamo dal 24 luglio al 27 ottobre fino a 4 frequenze settimanali e 16.500 posti per raggiungere la capitale della Catalogna.

A questo link per approfondire su Vueling e il segmento dei viaggiatori d’affari.

scioperi
Precedente

Scioperi, il 3 maggio del trasporto aereo. Sindacati preoccupati per Alitalia

Travel manager
Successivo

Travel manager nella Golden Age delle TMC, Frosch compra TCG