Albarelli alla guida di Riva del Garda Fierecongressi

L’ente fieristico di Riva del Garda nomina Alessandra Albarelli nuova direttrice generale. Lo ha deciso il consiglio di amministrazione di Riva del Garda Fierecongressi, che senza esitazione ha individuato la nuova responsabile della struttura manageriale della società rivana.

Grazie alla sua esperienza decennale, Alessandra Albarelli è una figura determinante della struttura organizzativa ed oltre a essere responsabile dell’area congressi e incoming, negli anni ha ricoperto incarichi in ambito marketing e vanta esperienze professionali in gestione di aziende. In particolare orientate allo sviluppo del business e di piani strategici.

La carriera di Albarelli

Prima dell’avvio della collaborazione con Riva del Garda Fieracongressi, sono state molte le esperienze della manager. Per esempio in qualità di amministratrice pubblica e in consigli di amministrazione di aziende pubbliche e private.

Significativo è il suo impegno nel settore del turismo, infatti è la fondatrice del Consorzio di promozione turistica Verona Tuttintorno di cui è stata direttrice per anni.

Il 2017 è un anno cruciale per la sua carriera, dove si afferma come amministratore delegato di Rebuild, società che si occupa di comunicazione ed eventi che mirano all’innovazione e alla sostenibilità nell’edilizia.

Viene eletta presidente di Federcongressi&eventi, associazione della meeting industry italiana che unisce oltre 300 imprese, e riconfermata nel 2019 andando a ricoprire l’impegno per il triennio.

Ente fieristico di Riva del Garda, i progetti

Il presidente Roberto Pellegrini, parlando a nome dei membri del consiglio di amministrazione, dichiara: «Abbiamo nominato Alessandra Albarelli per la sua indiscutibile e riconosciuta esperienza di settore, per le sue capacità manageriali e relazionali. Perché ha una particolare attitudine a creare ed innovare guidando processi di cambiamento. Caratteristica, questa, ritenuta importante dalla governance della società per poter concretizzare i nuovi obiettivi strategici approvati nel 2019. Inoltre, le prossime realizzazioni, il nuovo centro congressi e l’ampliamento del quartiere fieristico, richiedono attenzione e conoscenza diretta della complessa macchina produttiva di fiere e congressi, per affrontare il delicato momento gestionale senza penalizzare l’attività in corso».

La professionista succede a Giovanni Laezza, per 15 anni DG della struttura gardesana. E argomenta: « Oggi Riva del Garda Fierecongressi è una realtà solida, che riesce a competere con la concorrenza, condizione preliminare per implementare e innovare l’attività».

La società, come abbiamo avuto modo di scrivervi su queste colonne, intende puntare ad eventi sempre più internazionali. Inoltre, mira a obiettivi economici come la ricapitalizzazione e il riassetto societario.

Interessante e cruciale per il polo espositivo/congressuale è il Progetto Ambasciatori, che nel 2019 ha ospitato numerosi appuntamenti di carattere medico-sanitario.

L’iniziativa ha portato l’area congressi ad avviare un percorso di formazione per ottenere nel 2020 la certificazione di healthcare venue. Ossia ottenere la qualifica di sede dotata di criteri per ospitare eventi medici e delle società farmaceutiche.

Nel 2019, un altro evento importante ospitato dall’ente fieristico di Riva del Garda è stato il seminario per acquisire e certificare nuove competenze nel settore dell’incentive a livello internazionale.

In scena Hospitality – Il Salone dell’Accoglienza

Domani, il polo fieristico sarà teatro di Hospitality – Il Salone dell’Accoglienza, evento del mondo alberghiero, biennale. L’appuntamento apre con un convegno alla presenza di Lorenza Bonaccorsi, sottosegretario al turismo del Mibact. Si parlerà di sostenibilità, turismo esperienziale, digital transformation e food addiction.

Il dibattito si tiene nell’ambito della tavola rotonda dal titolo “Il sistema dell’accoglienza in Italia: strategie nazionali e territoriali di istituzioni ed imprese”.

Nell’area trentina si contano 900 mila arrivi e 3 milioni e mezzo di presenze ogni anno.

Il salone “Hospitality” è tra i principali dell’agenda dell’ente fieristico di Riva del Garda. Fiera che ha saputo individuare nuove declinazioni, nell’edizione 2019 ha registrato 525 espositori, 21.135 operatori professionisti e più di 28.000 visitatori.

Guggenheim Venezia
Precedente

Guggenheim Venezia, gli eventi al museo di Peggy

BCD Travel
Successivo

BCD Travel acquisisce le attività Mice e business travel di Ventura