Hilton Rome Airport compie 20 anni e investe nelle persone e nell’ambiente

Costanti investimenti per adeguarne l’offerta alle nuove esigenze di mercato, azioni di responsabilità sociale a sostegno del territorio e a tutela dell’ambiente: Hilton Rome Airport celebra 20 anni impegnandosi per essere sempre al passo con i tempi. D’altro canto la sua è la storia di un trend setter dell’hotellerie.

Hilton Rome Airport, nel 1999 fu infatti il primo hotel aeroportuale in Italia: non a caso il suo slogan era “l’unico albergo con il proprio aeroporto”. L’albergo che dispone di 517 camere è direttamente collegato ai Terminal 1, 2 e 3 dell’Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma-Fiumicino attraverso un ponte pedonale coperto e una passerella mobile.

È gestito da Icarus, società che gestisce anche l’atro albergo aeroportuale di Fiumicino, l’Hilton Garden Inn Rome Airport, e che si è aggiudicata l’Hilton Rome Eur – La Lama, l’hotel adiacente al centro congressi La Nuvola la cui apertura è prevista nella primavera del 2020.

Hilton Rome Airport: l’offerta per il Mice

Hilton Rome Airport

Sala meeting Caligola

Hilton Rome Airport

Il centro congressi dell’hotel si estende su 2.500 metri quadrati

Per soddisfare le richieste del mercato degli eventi sono stati eseguiti rinnovamenti e ristrutturazioni del centro congressi tra i quali la creazione di un’ulteriore sala eventi che ospita fino a 650 persone. Il centro congressi è dotato di ingresso indipendente, si estende su 2.500 metri quadrati e comprende 21 sale meeting che annualmente ospitano mediamente 900 convegni.

Gli investimenti nell’arte

In linea con lo stile architettonico dell’albergo, una scultura rappresentante una sfera di Arnaldo Pomodoro è esposta sin dall’apertura nell’androne che collega la lobby con il ristorante. A questa nel 2005 si è aggiunta un’ulteriore opera di bronzo di arte moderna: la statua fontana di Jean Michel Folon “La Pluie”raffigurante un uomo con ombrello.

Hilton Rome Airport e gli impegni per la sostenibilità

L’installazione di pannelli fotovoltaici e solari nei parcheggi e la sostituzione dei gruppi frigoriferi con recuperatori di calore collegati all’impianto termico hanno consentito un risparmio energetico fino al 7% sui consumi totali. L’albergo ha inoltre introdotto altre piccole migliorie ambientali. Per esempio, la sostituzione graduale del materiale in plastica con vetro e materiale bio nei bar, il riciclaggio soap dalle camere, l’acquisto di diversi prodotti culinari a chilometro zero e il cambio delle luci con lampadine led ecologiche a bassissimo consumo.

Leggi qui perché la sostenibilità è un elemento chiave degli eventi.

Le azioni di responsabilità sociale d’impresa

In linea con la politica del marchio Hilton il team di Hilton Rome Airport si dedica a prestazioni di volontariato con particolare attenzione alla tutela e al benessere territorio. I dipendenti e i manager dell’hotel si sono per esempio cimentati nella pulizia delle spiagge di Fiumicino mentre la consegna di cibo e di altri beni di prima necessità ai senza tetto della parrocchia dell’aeroporto Santa Maria degli Angeli è stata un’iniziativa che ha coinvolto tutto il reparto food.

Sempre in tema di responsabilità sociale d’impresa, per raccogliere fondi destinati ai bambini della casa famiglia Fregene sono stati organizzati mercatini e lotterie coinvolgendo anche gli ospiti dell’albergo e i dipendenti hanno accompagnato i piccoli al cinema e al parco divertimenti Cinecittà World.

Leggi qui come devono essere destinazioni e location secondo i convention bureau europei.

la grande bellezza
Precedente

Starhotels sostiene l’arte e la creatività italiane con La Grande Bellezza

tecnologia per eventi
Successivo

Tecnologia per eventi: CP Centro Pilota per la sicurezza nucleare