Rosewood Hotels trasforma la sede di Bnl di Roma in un hotel di lusso

  

Rosewood Hotels sbarca a Roma. La società di gestione del risparmio Antirion Sgr ha, infatti, affidato al gruppo alberghiero di Hong Kong la gestione della struttura che sorgerà nel 2023 nella ex sede centrale della Banca Nazionale del Lavoro di via Vittorio Veneto.

Rosewood Hotels a Roma per un 5 stelle lusso

Rosewood sbarca a Roma

La trasformazione del complesso in hotel a 5 stelle sarà gestita dalla società di real estate Colliers International e firmata dallo studio di architettura e ingegneria Jacobs e di interior design Bar Studio.

L’albergo acquisirà l’insegna Rosewood Rome. Si estenderà su un intero isolato e comprenderà tre edifici degli inizi del Novecento. Il fiore all’occhiello del progetto sarà la riqualificazione della ex Banca Nazionale del Lavoro, palazzo progettato dall’architetto e urbanista Marcello Piacentini. Già autore del Palazzo di giustizia di Milano, di via Roma a Torino e della via della Dolce Vita capitolina, ma negli Anni Trenta.

Leggi qui come Piacentini progettò via Veneto e il suo stile del realismo costruttivo in architettura.

Le terme nel caveau di Rosewood Rome

Il design rispetterà l’eredità di Piacentini e l’originario linguaggio modernista, mixando elementi architettonici tradizionali con decorazioni e dettagli moderni.

Rosewood Rome disporrà di 157 camere, comprese 44 suite. Tra i servizi dell’hotel: tre ristoranti, tra cui un bistrot italiano, due bar e una caffetteria. Per quanto riguarda il Mice, l’offerta è di tre sale meeting e una grande plenaria. Chicca dell’offerta saranno gli spazi dedicati al benessere. Nel caveau della banca saranno realizzate moderne terme romane mentre sul rooftop sorgerà una Spa con piscina a specchio.

Sonia Cheng, AD di rosewood Hotels

L’espansione della catena di Hong Kong in Europa

Rosewood cresce e lo fa investendo sull’Italia: il prossimo indirizzo romano sarà la quarta proprietà italiana insieme a Rosewood Castiglion del Bosco in Toscana e alle aperture di Porto Cervo e Venezia, rispettivamente nel 2022 e nel 2023. Il restauro di Palazzo Donà Giovannelli nel sestiere di Cannaregio ha richiesto più tempo, inizialmente l’inaugurazione era prevista nel 2020.

«Negli ultimi anni abbiamo cercato le giuste opportunità per evolvere la nostra impronta europea e portare il marchio in nuovi angoli del continente”, commenta Sonia Cheng, AD di Rosewood Hotel Group. «Essendo una delle città più vivaci d’Italia con un’eredità indubbiamente ricca e un carattere affascinante, Roma è stata a lungo in cima alla lista delle destinazioni prioritarie in cui piantare la nostra bandiera».

La pipeline globale comprende 11 aperture in destinazioni europee tra le quali Austria, Germania, Olanda, Regno Unito e Spagna.

Scopri qui gli altri alberghi in apertura nella capitale.

Precedente

Formazione Mice: i programmi di Federcongressi per i giovani

Principato di Monaco Reevent
Successivo

Il Principato di Monaco investe sul Mice e lancia la campagna Reevent