gulf air italia bahrain

Gulf Air riprende i voli dall’Italia per il Bahrain

Gulf Air riprende i voli dall’Italia al Bahrain: cinque i collegamenti aerei alla settimana da Milano dei quali due via Roma, dal 1° giugno. L’aeromobile utilizzato è un A321 Neo da 150 posti e 16 in business class. Rotta d’affari per 185 aziende italiane che si relazionano con il regno del Golfo Persico, il Bahrain ha l’Italia come primo partner commerciale europeo. «I settori più attivi sono quelli della progettazione di opere infrastrutturali ma anche oil & gas ed energia», spiega Davide Allegra, di Edb – Bahrain Economic Development Board.

Il Paese ha obiettivi nel turismo propriamente: entro il 2026 prospetta 14 milioni di visitatori, mentre tre anni fa ne ha accolti 11 milioni circa. Sul Pil, l’economia dei viaggi vorrebbe conquistare una quota dell’11% rispetto al 7% degli anni pre-pandemia.

Lo sviluppo del regno del Bahrain

Già destinazione del motorsport mondiale con il GP di Formula 1 dal 2004, il piccolo Stato di 50 isole ha in serbo uno sviluppo immobiliare in 5 nuove città che incrementeranno l’offerta residenziale del 60%.

Una di esse è Bilaj Al Jazayer, nel Sudest, e sarà una meta turistica. Invece Suhaila island sarà un territorio naturale e Gulf of Bahrain un gruppo di isole a vocazione sostenibile, destinata a riserva di mangrovie. Infine, Fasht Al Jarim l’atollo con l’aeroporto, circondato da canali per promuovere una mobilità a basse emissioni, collegato alla terraferma, e Hawar Islands.

Il mega progetto è stato annunciato alla fine dell’anno scorso dal Governo ed ha un valore stimato di 30 miliardi di dollari. L’obiettivo è attrarre investitori internazionali, i grandi brand alberghieri in testa.

Gulf Air riprende i voli Italia-Bahrain

Rappresentata in Italia dal global sales agent (Gsa) Rephouse, Gulf Air costituisce un asset-chiave dello sviluppo turistico del Bahrain.

«L’espansione in Europa fa parte della nostra strategia e riprendendo i servizi da e per l’Italia ora siamo in grado di collegare senza soluzione di continuità le regioni settentrionali e centro-meridionali», spiega l’acting Ceo del vettore aereo, il capitano Waleed AlAlawi.

Per l’aeroporto di Malpensa, la ripresa dei voli tratta è un’occasione di completamento dei servizi sulla vivace regione mediorientale. Da questa estate saranno sette gli scali collegati.

Il Paese investirà anche nello sviluppo di un’offerta Mice. E’ attualmente in costruzione il centro congressi, che si annuncia come il più grande del Medio Oriente. Previsto nel quarto trimestre di quest’anno.