Sguardo sul futuro

Accordo tra Google e Fca. Arrivato l’annuncio ufficiale da Auburn Hills

Dopo tanto rumore…ecco l’annuncio ufficiale da Auburn Hills, Michigan, sull’accordo tra Google e il gruppo Fca per testate su una sua Chrysler Pacifica le tecnologie per la guida autonoma. Accordo che noi, come un po’ tutti, avevamo dato per scontato, pure mancando l’ufficialità (leggi – Google e Fca: alea iacta est!).

Ora l’ufficialità c’è e nella nota diramata dagli uffici statunitensi di Fca si spiegano anche i termini dell’accordo, sottolineando come ”Questo accordo è il primo grazie al quale Google lavora direttamente con una casa automobilistica per integrare il suo sistema di guida autonoma, compresi i suoi sensori e il software, in un veicolo passeggeri, nella fattispecie il minivan ibrido Chrysler Pacifica”. Van che, entro la fine dell’anno, inizieranno i test per l’auto-guida di prova del colosso di Mountain View, prima sulla sua pista privata poi lungo le strade californiane, texane, dell’Arizona e dello stato di Washington, raddoppiando così la sua attuale flotta di veicoli in prova.

I rispettivi team di sviluppo, per il gruppo Fca si parla di un centinaio di ingegneri, lavoreranno insieme in una località nel sud-est del Michigan: “Fca ha un team di progettazione agile ed esperto e il Chrysler Pacifica Ibrida è particolarmente adatta per la tecnologia a guida autonoma di Google” ha commentato John Krafcik, Ceo del progetto Google Car. “L’opportunità di lavorare a stretto contatto con gli ingegneri Fca accelererà i nostri sforzi per sviluppare una macchina completamente a guida autonoma  che renderà le nostre strade più sicure dando anche la possibilità a chi non può guidare di potersi spostare su strada”.

“Lavorare con Google prevede la possibilità per Fca di collaborare con una delle aziende tecnologiche più importanti del mondo con l’obiettivo di accelerare il ritmo dell’innovazione nel settore automobilistico”, ha aggiunto Sergio Marchionne, Amministratore delegato del gruppo.

Strade più sicure sottolinea la nota, perché negli Stati Uniti muoiono ogni anno 33 mila persone sulle strade, con il 94% degli incidenti causati per un errore umano. Nota che sottolinea l’alto tasso di innovazione di due case, una ultracentenaria, visto che Fiat nacque nel 1899, e l’altra un’arzilla 91enne, visto che Chrysler venne fondata nel 1925.

Precedente

La comparazione tra Nlt sbarca sul web con NoleggioEasy

Successivo

Novità a tutto tech per Leasys all’Automotive Dealer Day