Sguardo sul futuro

Google e Fca: alea iacta est!

Dopo le anticipazioni di qualche giorno fa (leggi anche il nostro articolo: Fca e Google presto sposi?) sembra proprio che Fca abbia sorpassato i vari concorrenti negli Stati Uniti, e sarà lei ad allearsi con Google per sviluppare l’auto a guida autonoma.

L’annuncio dell’accordo si attende a breve e prevede che il gruppo italo (anglo-olandese) americano fornisca a Google un centinaio della nuova Chrysler Pacifica, l’unica ibrida della Casa, presentata al recente salone di Detroit, trasformandola nell’auto di base su cui realizzare l’auto driveless.  con una fase sperimentale che dovrebbe durare un anno.

Un’intesa quella tra Google e Fca che non molti si aspettavano visto che molti accusavano Marchionne di non aver investito abbastanza in ricerca e in sviluppo su questa tecnologia e sull’elettrico. ma forse questa era la carta che teneva nella manica, da giocare al momento giusto.  La trattativa è durata alcuni mesi e porterà alla nascita di un’auto con marchio Google e mentre Fca apparirà come costruttore, proprio come accade nel mondo della telefonia (una sottolineatura importante, visto che in questo modo non ci sarebbe alcuna esclusività da ambo le parti) .

Il gruppo di lavoro guidato da John Krafcik, il ceo della Google car, avrebbe accelerato negli ultimi giorni, dopo mesi, di trattative, durante le quali Marchionne si diceva poco interessato all’elettrico e alle auto che si guidano da sole…. L’accordo comporterebbe, secondo alcune fonti vicino al dossier, anche un riconoscimento economico da parte di Google a Fca per il know-how industriale trasferito.

Precedente

Non si ferma la crescita del mercato auto in Italia

Successivo

In Usa ecco il Textalyzer, per i "malati" del cellulare