Ford al Festival della Scienza di Genova porta l’elettrico

Ford al Festival della Scienza a Genova per raccontare l’evoluzione della mobilità. Per approfondire sul progetto di elettrificazione della gamma, la casa americana partecipa all’evento ligure dal 24 ottobre al 4 novembre, notoriamente attrattore di un numeroso pubblico. L’Ovale blu racconta l’evoluzione della mobilità attraverso la nuova gamma di 17 modelli che rappresenteranno il proprio percorso d’innovazione.

I diciassette modelli di auto saranno dotati di sofisticati propulsori ibridi (EcoBoost hybrid ed EcoBlue hybrid, hybrid, plug-in hybrid) e totalmente elettrici sviluppati appositamente per l’Europa.

Ford al Festival della Scienza a Genova

Prende il nome Experience Go Electric il programma di Ford al Festival della Scienza a Genova, in piazzale Mandraccio nell’area del Porto Antico. Lo spazio sarà aperto al pubblico e accessibile gratuitamente per essere visitato dalle 9 alle 19. Ospiterà gli alunni delle scuole (con prenotazione obbligatoria), ma anche 9 pomeriggi di talks, organizzati in collaborazione con Wired, che vedranno come protagonisti i diversi punti di vista di scienziati, economisti, scrittori, ricercatori, imprenditori, giornalisti, musicisti ed esperti di comunicazione.

L’elettrificazione di Ford, il piano

Annunciato all’inizio di quest’anno, il piano di elettrificazione della Casa prevede che ogni nuovo veicolo lanciato dopo la Ford Focus avrà almeno una versione elettrificata. Dalla Fiesta al Transit, verrà introdotta una soluzione tra EcoBoost hybrid, EcoBlue hybrid, ibrida, plug-in ibrida oppure all electric di ogni modello. “L’elettrificazione è un processo imprescindibile con l’intento di donare un mondo migliore alle generazioni future – spiega il presidente e AD di Ford Italia, Fabrizio Faltoni -. Un cambiamento che affronteremo insieme ai nostri clienti, continuando a offrire soluzioni accessibili che ci aiutino a risolvere le sfide della mobilità.

Un processo graduale

Per Ford, l’elettrificazione è un processo in pieno divenire e l’approccio è di una gestione graduale. “Questo per consentire al maggior numero di persone di scegliere la motorizzazione più adatta in base alle proprie esigenze, con declinazioni di elettrico che azzerino l’ansia da autonomia, che rappresenta, per ora, il maggior ostacolo, dopo il prezzo, alla diffusione dell’elettrico puro”, spiegano dalla filiale italiana.

Quante auto elettriche circoleranno in Italia nel 2030?

Il simulatore del Suv elettrico

Al Go Eletric è, inoltre, presente il primo simulatore al mondo di veicoli elettrici. L’E-Launch, sviluppato per riprodurre l’accelerazione del motore del Suv elettrico Ford ispirato alla Mustang, in arrivo nel 2020. “Un’esperienza adrenalinica che permette al guidatore di essere lanciato a una forza di 1.2G ed entrare nel futuro elettrico”.

Mobilità condivisa
Precedente

Mobilità condivisa nel patto Vodafone Business con Geotab

Share Now cresce
Successivo

Share Now a 2,5 milioni di noleggi a Milano, il car sharing in città funziona