AutoEventi

Il Gallo viaggia in Kia

Il più importante giocatore di basket italiano nell’NBA, non ce ne voglia Belinelli, ovvero Danilo Gallinari, detto il Gallo (The Rooster negli States) testimonial ufficiale di Kia Motors Italia.

Il Gallo, figlio d’arte, in quanto suo padre Vittorio ha vinto quattro Scudetti con l’Olimpia Milano, dove ha militato, e vinto, anche Danilo, si è trasferito nel 2008 negli Stati Uniti giocando nei New York Knicks e militando ora nei Denver Nuggets, diventando uno dei giocatori più impattanti della Lega. E, naturalmente della Nazionale italiana, con la quale, cercherà di guadagnarsi il diritto alla partecipazione a Rio2016 attraverso il torneo pre-olimpico a Torino dal 4 al 9 Luglio.

Kia Motors America, filiale USA del marchio coreano, è Official Automotive Partner oltre che promotore di numerose manifestazioni e iniziative collegate al Campionato NBA, mentre in Spagna è main sponsor di tutta la Liga e vanta tra i propri ambassador ufficiali una new entry della portata di José Calderon, a sua volta star dell’NBA con i New York Knicks.

“Sono felicissimo di questo incarico, per il prestigio e per il legame fra Kia e questo sport. Il fatto di essere in compagnia di notissime star della NBA come LeBron e Blake è per me un ulteriore motivo d’orgoglio” ha commentato il suo nuovo ruolo di ambassador il Gallo.

“Un campione italiano come Gallinari, è uno straordinario veicolo di promozione dei valori del nostro marchio perché possiede la personalità e l’immagine giuste per accompagnare i nostri messaggi su una vasta gamma di media. La collaborazione prevede attività social sinergiche sui canali di Kia Motors Italia e su quelli del giocatore, la partecipazione di Danilo agli eventi più importanti del calendario Kia Motors Italia e la realizzazione di un viral video che vedrà il giocatore protagonista insieme al Nuovo Kia Sportage. E questo è solo l’inizio…” ha aggiunto Giuseppe Mazzara, Marketing Communication & PR Director di Kia Motors Italia, a cui ha fatto eco l’Amministratore Delegato Giuseppe Bitti: “Kia è un marchio giovane e dinamico, portatore di una straordinaria carica emotiva e l’accostamento con lo sport ai massimi livelli, più che una scelta, è una logica conseguenza. Assieme al calcio e al tennis, il basket è un altro pilastro della strategia globale e avere in squadra un elemento italiano come Gallinari è per noi un valore aggiunto”.

Precedente

Auto aziendali, il maxiammortamento è normato

Successivo

15° rapporto Aniasa: un settore sempre più in salute. E che sforna novità